farmaci

mar212013

Francia, agenzia nazionale sotto accusa per i casi benfluorex

Il farmaco ipoglicemizzante, impiegato come togli-fame, a base di benfluorex (Mediator di Servier), avrebbe causato la morte di centinaia di pazienti in trent'anni. Lo scandalo potrebbe travolgere l'Agenzia nazionale del Farmaco (Anms), indagata per omicidio colposo e ferite involontarie. L'autorità sanitaria francese è sospettata di aver agito con negligenza, sottovalutando per anni la pericolosità del farmaco, commercializzato in Francia dal 1976 al 2009, mentre in quasi tutto il mondo era stato ritirato nel 2003. L'agenzia è stata posta sotto controllo giudiziario, con versamento di una cauzione di 100mila euro. All'Anms (che all'epoca dei fatti si chiamava Agenzia francese di sicurezza sanitaria dei prodotti della salute, Afssaps) viene rimproverato ''di aver contribuito a creare la situazione che ha causato danni alle vittime e di non aver preso le misure necessarie per evitarla''. Il rapporto dell'Ispezione generale degli affari sociali (Igas) del 2011, nel momento in cui esplose lo scandalo, aveva già messo in evidenza ''le gravi mancanze di farmacovigilanza'' nei confronti del Medicinale che la Francia ritirò dal mercato solo nel 2009. Il fondatore dei laboratori Servier, Jacques Servier, è incriminato per truffa e omicidio colposo. L'antidiabetico era stato assunto da centinaia di pazienti per il suo effetto dimagrante, provocando però conseguenze cardiache più o meno gravi.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Ascioti - Reparto dermocosmetico - Guida al cross-selling
vai al download >>

SUL BANCO