Sanità

set42015

Fvg, sancito ruolo farmacie nella gestione integrata del diabete

Fvg, sancito ruolo farmacie nella gestione integrata del diabete

Riconoscimento di un ruolo attivo delle farmacie nella gestione integrata e nei team multidisciplinari e multi professionali per la cura dei pazienti con diabete, con funzioni di informazione, educazione sanitaria, raccordo nella continuità assistenziale e aderenza alla terapia. Sono questi alcuni dei punti al centro della delibera di giunta approvata a fine agosto con la quale, spiega Francesco Pascolini, presidente di Federfarma Friuli Venezia Giulia, "è stato recepito il Piano nazionale sulla malattia diabetica redatto dal Ministero della Salute, il Documento di indirizzo regionale sull'Assistenza integrata alla persona con diabete e quello per la gestione del diabete gestazionale, elaborati dal Tavolo tecnico regionale in cui hanno collaborato medici esperti, referenti delle Aziende per l'Assistenza Sanitaria (AAS), medicina generale, infermieri, dietisti, referenti delle associazioni di pazienti e appunto Federfarma regionale. Si tratta di un punto di riferimento per la costruzione di percorsi diagnostici e di prevenzione e per sistematizzare e omogeneizzare tutte le attività riferite alla patologia diabetica così da migliorare il processo diagnostico-terapeutico". Da questo punto di partenza "scaturiranno poi programmi e iniziative, aziendali e regionali, rivolte alla prevenzione del diabete, alle sue complicanze e alla malattia nell'età evolutiva, che vedranno anche il coinvolgimento delle farmacie". In particolare, per quanto riguarda le farmacie, "si tratta di un importante passaggio, che si inserisce nel processo già avviato in regione con la riforma sanitaria di integrazione delle farmacie nel Ssn, come nodo fondamentale, e che definisce un ruolo di primo piano dei nostri presidi nella gestione integrata del paziente con diabete. Ruolo che era stato previsto e riconosciuto già nel piano nazionale, come punto di riferimento attivo per i pazienti in termini di educazione, informazione, assistenza personalizzata e aderenza alla terapia, e che, con le linee di indirizzo regionale - che sanciscono un nuovo modello organizzativo dell'assistenza integrata - viene declinato e riempito di contenuti".

Al centro della nuova organizzazione la "stretta collaborazione tra specialista, Medico di medicina generale e pediatra e la costruzione di team e reti multi professionali e multi disciplinari sul territorio, in continuità anche con l'ospedale". Per quanto riguarda le funzioni delle farmacie nei team territoriali si tratta di "promuovere la salute dei cittadini a rischio definito, attraverso informazione, consiglio, educazione sanitaria, partecipazione a programmi regionali in collaborazione con il team; segnalare al medico di Mg i soggetti a rischio individuati attraverso iniziative aziendali o regionali di prevenzione; garantire un ruolo attivo nell'aderenza alla terapia farmacologia; prestare assistenza nelle attività di autocontrollo dei parametri da parte del paziente; assicurare una guida nella gestione dell'automedicazione per evitare eventuali incompatibilità con la terapia in corso; costituire un punto di raccordo tra pazienti e team per il passaggio, in entrambe le direzioni, di informazioni su complicanze e così via. Il tutto, come dicevo, in stretta condivisione e collaborazione e secondo gli indirizzi del team e dei medici specialisti".

Fondamentale sarà anche "la formazione di tutti gli operatori, portata avanti dalla Asl, di modo che tutti acquisiscano nozioni, linguaggi e atteggiamenti comuni rispetto alla cura della patologia. E i contenuti saranno orientati alla gestione della patologia e alla costruzione del team multidisciplinare e multi professionale sul territorio". In generale, "siamo soddisfatti del riconoscimento del nostro ruolo. Si tratta di un importante punto di riferimento che ora va declinato e riempito, concretamente, di iniziative. Per quanto ci riguarda siamo comunque intenzionati a chiedere ed ottenere il giusto riconoscimento economico dell'opera svolta da professionisti nella gestione del paziente e del contributo anche al contenimento della spesa sanitaria".



discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi