Sanità

mag232016

Gasparri contro Federfarma: all'assemblea pubblica solo il Pd. Comportamento offensivo e discriminatorio

Gasparri contro Federfarma: all’assemblea pubblica solo il Pd. Comportamento offensivo e discriminatorio
«Un comportamento puerile e inqualificabile». Non usa mezzi termini il senatore Maurizio Gasparri (foto) per attaccare i vertici di Federfarma alla vigilia dell'Assemblea pubblica in programma domani al Teatro Elsieo a Roma. A non andare giù al senatore il mancato coinvolgimento del suo partito Forza Italia nel programma della giornata che prevede invece a ulteriore smacco, tra i protagonisti il responsabile sanità del Pd Federico Gelli. «Unico partito» sottolinea Gasparri «cui si riconosce la possibilità di prendere la parola, con menzione nel programma inviato urbi et orbi». E se alla presenza di Gelli si aggiunge l'intervento «doveroso e logico» del ministro della Salute Beatrice Lorenzin diventa evidentemente come nella hit parade dei partiti in questo momento Forza Italia non sia al vertice dei pensieri di Federfarma. Una «mancanza di rispetto e di buonsenso» secondo il senatore alla luce del fatto che Forza Italia «ha capigruppo, responsabili di settore, coordinatore dei rapporti con le categorie (il senatore Andrea Mandelli, presidente Fofi ndr.) personalità significative anche del mondo della farmacia e della sanità che avrebbero potuto raccontare, in questa assemblea, ciò che hanno fatto in tutti questi anni Forza Italia e prima il Pdl con tutto il centrodestra, rivelandosi sempre determinante per tutelare le buone ragioni delle farmacie». Oltretutto, per Gasparri, la presenza di un solo partito con il responsabile di settore intervistato «non avviene in nessun'altra assemblea di categoria o di organizzazione professionale». Un giudizio pesantemente critico per quello che il senatore di Forza Italia non esita a definire, a scanso di equivoci, un comportamento «incredibile, incomprensibile, offensivo, discriminatorio, autolesionistico, servile». Per ora il presidente di Federfarma Annarosa Racca preferisce non rispondere mentre il senatore Luigi D'ambrosio Lettieri affida alla pagina Facebook un eloquente "preferisco non commentare..." che dice più di molte dichiarazioni.

Marco Malagutti
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Sacchetti E., Clerici M. La depressione nell'anziano
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO