Sanità

lug252013

Gb, Npa: meglio testare le competenze dello staff al banco

Farmacista giovanejpg

La National pharmacy association ha lanciato uno strumento “di diagnosi” ad accesso gratuito per valutare le competenze del personale che lavora al banco, così da individuare le aree di debolezza di ciascuno su cui intervenire con una percorso di formazione. L’iniziativa dell’Npa nasce da una precedente indagine britannica, la Which?, da cui è emerso che in tre farmacie su quattro non si danno spiegazioni sufficienti prima di consegnare un farmaco, in particolare di automedicazione. Il dato è stato raccolto in 122 esercizi, dai più piccoli ai più grandi, visitati in incognito da un gruppo di mistery shoppers (finti clienti). Nel complesso, il 43% delle farmacie testate in situazioni specifiche, non ha ricevuto un punteggio soddisfacente con un peggioramento di 10 punti rispetto alla precedente indagine condotta nel 2008. La scarsa preparazione, o la superficialità con la quale si consegnava un certo farmaco, senza accertarsi che non vi fossero controindicazioni legate ad altre terapie in corso, era più diffusa nei piccoli esercizi privati che non nelle grandi catene e nei supermercati. Tuttavia le carenze rilevate dal rapporto, pubblicato pochi mesi fa, hanno fatto emergere la necessità di rinforzare la capacità di counseling delle farmacie. Con questo nuovo strumento di valutazione delle conoscenze, sostiene l’Npa, sarà più semplice intervenire con iniziative di supporto o formazione specifiche, come esercitazioni sul posto di lavoro, insegnamento direttamente in farmacia, o piani formativi più formali per sviluppare le capacità di servizio al cliente e le conoscenze farmaceutiche.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi