farmaci

ott32012

Gb, preoccupa l’elevato consumo di pillole per dormire

Sono molte le persone che, per risolvere problemi di insonnia, decidono in autonomia di assumere farmaci per dormire. senza la diagnosi o il parere di un medico

Sono molte le persone che, per risolvere problemi di insonnia, decidono in autonomia di assumere farmaci per dormire senza diagnosi e parere del medico. Il fenomeno è stato riscontrato in Gran Bretagna da un’indagine che ha coinvolto duemila persone, di cui la metà ha posto una autodiagnosi del disturbo e come conseguenza ha assunto farmaci, senza chiedere consiglio a un medico, il 30% nei precedenti mesi e il 14% lo ha fatto per sei mesi. Il tutto, ricorda la Royal pharmaceutical society, che ha diffuso il dato, con rischi per la salute. «È preoccupante che molte persone facciano un uso eccessivo e non controllato dei rimedi per dormire» ha commentato Paul Johnson, farmacista «possono essere efficaci per trattamenti a breve termine di una lieve insonnia ma non andrebbero assunti per lunghi periodi senza consiglio medico». L’insonnia, definita come difficoltà ad addormentarsi, a mantenere il sonno e ad avere un sonno di buona qualità per più notti consecutive, può essere causata da problemi psichiatrici, come depressione o disturbi da ansia o da patologie come cardiopatie, morbo di Alzheimer e problemi ormonali. Dunque assumere farmaci per senza consulto medico può mascherare queste condizioni, che possono peggiorare se restano non trattate. «Non è mai una buona idea prendere qualsiasi medicinale a lungo termine dopo auto-diagnosi» ha concluso il farmacista «poiché si finisce per trattare il sintomo, anziché affrontare la causa principale del problema».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi