Sanità

apr122011

Genova, inchiesta in corso sulle ricette fasulle

«Le irregolarità denunciate sono gravissime e noi, come sindacato, non possiamo tollerarle. Sono comportamenti da condannare in modo drastico per tutelare tutti i membri onesti» Così Giuseppe Castello, presidente di Federfarma Genova ha commentato la megatruffa alla Asl 3 locale sulle medicine, con protagonisti anche titolari di farmacia. L’indagine condotta dai Nas dura da almeno due mesi e vede coinvolti almeno quattro farmacisti genovesi.  Castello, come scrive il Secolo XIX, aspetta le prime comunicazioni della magistratura per partire in quarta. «Prenderemo i primi provvedimenti nel momento in cui l’autorità giudiziaria concluderà l’indagine per tutelare il buon nome di chi lavora onestamente. Tanto per cominciare  i colleghi coinvolti in questo vergognoso giro verranno immediatamente espulsi dal sindacato». Duro anche il commento dell’Ordine dei farmacisti genovesi Felice Ribaldone che ha denunciato come ci siano «farmacisti che hanno interi ricettari firmati in bianco dai medici con le conseguenze che tutti possono immaginare». Castello, peraltro, evidenzia le eccezioni: è consentito lasciare una prescrizione in farmacia a un anziano per evitargli di fare due piani di scale a piedi. «È un favore non una truffa».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Ascioti - Reparto dermocosmetico - Guida al cross-selling
vai al download >>

SUL BANCO