Sanità

apr82016

Grossisti e carenze, Ministero: in corso attività per evitare distorsioni mercato

Grossisti e carenze, Ministero: in corso attività per evitare distorsioni mercato
Le disposizioni normative in merito all'attività di grossista delle farmacie, chiarite da una nota ministeriale, oggetto di recenti ricorsi rigettati dal Tar, che precisa la separazione delle due attività, le ispezioni dei Nas, attivate dall'Aifa da cui sono emerse gravi irregolarità attualmente sub judice, e l'avvio di un "Progetto pilota indisponibilità", cui partecipano anche associazioni di categoria, hanno l'obiettivo di regolamentare il mercato parallelo ed evitare distorsioni e conseguenti irreperibilità di farmaci. Questi i temi toccati dalle risposte del sottosegretario al ministero della Salute, Vito De Filippo, ad alcune interrogazione alla Camera sulla questione delle carenze e delle irreperibilità di alcuni farmaci. De Vito ha ricordato che recenti interventi normativi (decreto legislativo 19 febbraio 2014, n. 17) hanno modificato il decreto legislativo 219/2006 introducendo l'obbligo di servizio pubblico per i grossisti «di garantire in permanenza un assortimento di medicinali sufficiente a rispondere alle esigenze di un territorio geograficamente determinato».
«Tale disposizione» ha detto De Vito «rimodula e integra la nozione comunitaria di obbligo di servizio pubblico, al fine di evitare o limitare situazioni contingenti di carenza o indisponibilità sul mercato interno di medicinali c.d. "critici", per i quali non esistano valide alternative terapeutiche». Secondo De Vito, da una lettura congiunta della la nuova disposizione con i commi 3-bis, 3-ter e 3-quater dell'articolo 105 (che prevedono gli obblighi di segnalazione, di verifica e di sanzione o sospensione da parte dell'autorità) «emerge un quadro normativo innovativo dell'obbligo di servizio pubblico che consentirà, una volta a regime, di ovviare a tutte le criticità. La ratio delle nuove disposizioni, infatti, è quella di regolamentare il «mercato parallelo» dei farmaci destinati all'Italia ma poi di fatto venduti in altri paesi». De Vito ha segnalato anche l'avvio nel settembre 2015 del "Progetto Pilota Indisponibilità" coordinato dal Ministero della salute e dall'Aifa, con la partecipazione dei Nas di Roma e Latina, della regione Lazio e di Farmindustria, Federfarma, Federfarma Lazio e Federfarma Servizi. «Da mesi» ha sottolineato «regione Lazio sta effettuando una puntuale attività di verifica sui distributori di farmaci operanti sul territorio con emanazione di provvedimenti di sospensione e/o revoca dell'autorizzazione, ed ha recentemente coinvolto anche la regione Lombardia». De Vito ha anche ricordato l'emanazione da parte del Ministero della Salute della nota circolare del 2 ottobre 2015, nella quale è stata ribadita la separazione sostanziale e giuridica delle attività di farmacista e di quelle relative alla distribuzione all'ingrosso di medicinali, ribadendo che i medicinali acquistati dalla farmacia con utilizzo del proprio codice univoco non possono che essere venduti al pubblico e devono essere conservati nei magazzini annessi alla farmacia stessa». Nota che di recente è stata oggetto di due ordinanze con cui il Tar Sicilia ha rigettato la richiesta di annullamento, previa sospensiva, della nota e di un provvedimento di diffida «di vendere medicinali acquistati con il codice identificati della farmacia a distributori all'ingrosso o ad altre farmacie». In entrambi i casi i giudici hanno valutato che «l'interesse verosimilmente di natura commerciale» legato alla movimentazione dei farmaci tra le due attività in capo all'unico soggetto titolare «sembra suscettibile di conflitto con i sopramenzionati interessi pubblici e che nella presente fase cautelare appare pertanto opportuno dare prevalenza a quello pubblico in precedenza descritto».

Simona Zazzetta
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Sacchetti E., Clerici M. La depressione nell'anziano
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO