Benessere

mag292014

I probiotici nello spazio: test d’efficacia in condizioni estreme

stazione spaziale

Una ricerca studierà gli effetti dei probiotici sul sistema immunitario umano nelle condizioni di microgravità della Stazione spaziale internazionale (Iss) per valutare se un consumo regolare, in queste condizioni di particolare stress per l’organismo, migliora la resistenza alle infezioni. «La prevenzione e il controllo delle infezioni durante i soggiorni prolungati nello spazio è un problema estremamente rilevante» ha spiegato Lorenzo Morelli, direttore dell'Istituto di microbiologia della facoltà di Scienze agrarie dell'università Cattolica di Piacenza, «il forte stress a cui sono sottoposti gli astronauti, insieme all'assenza di gravità, porta infatti a un'alterazione dell'equilibrio del microbiota intestinale, con un aumento dei batteri aerobi patogeni, che normalmente popolano il nostro intestino ma sono inoffensivi, e una riduzione dei batteri anaerobi "buoni" che hanno il compito di controllarli e mantenerli sotto il livello di pericolosità. Gli astronauti seguono inoltre una dieta particolare a base di cibi disidratati e sterilizzati e non assumono quindi quei batteri che ogni giorno noi riceviamo attraverso il cibo». Da questi presupposti è nata la collaborazione tra l'Agenzia spaziale giapponese (Jaxa) e l’azienda Yakult che hanno promosso la ricerca i cui risultati saranno disponibili nel 2020. Con tutta probabilità si avrà «un'ulteriore conferma, pur in una situazione estrema, di come lo stress abbia un forte impatto a livello intestinale e di come l'assunzione di probiotici possa essere d'aiuto» aggiunge Morelli; «i risultati saranno particolarmente interessanti per capire su quali gruppi batterici patogeni i probiotici hanno maggiormente effetto e come possiamo quindi utilizzarli per sconfiggere le infezioni».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO