Sanità

mag62011

Il futuro dei vaccini: tumori e Alzheimer

Non più solo contro le malattie infettive, i vaccini del futuro saranno sempre più utilizzati anche contro patologie non legate a virus e batteri. Come è stato ricordato anche durante la settimana Europea dell'Immunizzazione, che si è appena conclusa, entro qualche anno queste molecole entreranno a far parte dell'arsenale contro patologie come l'Alzheimer, le dipendenze o i tumori, oltre a combattere virus e batteri ora potenzialmente letali come l'Hiv o la malaria. In totale sono 144 i vaccini attualmente nelle varie fasi della sperimentazione nel mondo, e il primato in questo campo spetta almeno per ora all'Europa, con il 60% dei progetti: «Al contrario della ricerca sugli antibiotici, che langue in tutto il mondo, quella sui vaccini è in forte espansione, e il settore si avvia ad essere quello principale dell'industria» spiega Paolo Bonanni, docente di Igiene Generale e applicata dell'Università degli studi di Firenze «in un futuro ormai molto prossimo arriveranno vaccini contro il meningococco B, contro molti più tipi di Papillomavirus e contro la malaria, fondamentale per i paesi in via di sviluppo, mentre allargando un po' l'orizzonte ci aspettiamo finalmente delle molecole in grado di prevenire patologie infettive importanti come per esempio l'Hiv e la Dengue».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO