Sanità

set72016

Inchiesta Farmacap si allarga: acquisto farmaci a prezzi gonfiati

Inchiesta Farmacap si allarga: acquisto farmaci a prezzi gonfiati
Alcune segnalazioni relative all'acquisto da parte di Farmacap di farmaci a prezzi gonfiati hanno indotto la procura ad aprire un fascicolo in merito: si protrae così l'ondata di scandali che vedono come protagonista l'azienda sociosanitaria che gestisce le 44 farmacie comunali di Roma Capitale. Negli scorsi giorni, infatti, avevano fatto scalpore gli arresti domiciliari del commissario straordinario dell'azienda, Francesco Alvaro, con la doppia accusa di turbativa d'asta e falso nella procedura di affidamento gestionale di strutture e servizi pubblici appartenenti ad un'azienda comunale di Roma (vedi Farmacista33). Ora gli inquirenti avrebbero disposto anche l'esame del personal computer di Alvaro, ipotizzandone implicazioni di natura politica su vasta scala nelle diverse vicende, che potrebbero rappresentare solo la punta di un iceberg di illeciti.

Dal canto suo, il commissario Alvaro continua a respingere ogni accusa in merito. È rimasto «letteralmente basito» dai suddetti eventi il presidente di Assofarm Venanzio Gizzi: «Alvaro è una persona della quale ho sempre avuto profonda stima, proprio come della direttrice dell'azienda, la dottoressa Simona Laing - afferma Gizzi parlando con Farmacista33 - sarà la magistratura a fare le proprie valutazioni e abbiamo la massima fiducia dell'operato che verrà svolto». Cosa ne sarà dunque dei presidi a gestione comunale? Il 2016 ha visto più volte la luce dei riflettori puntata sull'azienda capitolina. Nei precedenti mesi, infatti, tra scontri con i sindacati e risanamenti, l'azienda era riuscita per la prima volta dopo 4 anni a presentare un bilancio positivo grazie all'operato del commissario straordinario e della nuova direzione guidata da Laing. «L'intenzione è quella di mettersi in contatto con la direzione dell'azienda, con la quale abbiamo un ottimo rapporto, e chiedere un incontro al sindaco Raggi», afferma Gizzi. L'approvazione del bilancio da parte del Consiglio Comunale è stata momentaneamente rallentata da tutti i cambiamenti romani a livello politico: «Con le elezioni e l'insediamento del nuovo sindaco penso che sia rimasto tutto fermo per un po' - afferma Gizzi - mi auguro che i nuovi amministratori sappiano guardare all'azienda come una risorsa quale è, ovvero strategica sotto il profilo sanitario, soprattutto per tenere testa alla futura concorrenza. Il sistema farmaceutico italiano si regge attraverso le farmacie pubbliche e private - prosegue Gizzi - nel momento in cui uno dei due pilastri dovesse venire meno dovrebbe cambiare l'intero sistema farmaceutico. È vero che dobbiamo portare ai sindaci dei risultati economici ma fare solo questa valutazione è restrittivo: le farmacie devono avere un ruolo principalmente sanitario e non prettamente commerciale. Il fatto che le farmacie stesse possano prendere in carico i pazienti fornisce a queste strutture un valore incommensurabile che non ha nessun corrispettivo. Farmacap ha un ruolo strategico all'interno del Ssn e all'interno del sistema farmaceutico».


Attilia Burke
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Garattini S., Bertelè V. Farmaci sicuri
vai al download >>

SUL BANCO