Sanità

mag302018

Indennità rurali. Abitanti, fatturato, turni e distanza ospedale: ecco i criteri previsti da Sunifar

Indennità rurali. Abitanti, fatturato, turni e distanza ospedale: ecco i criteri previsti da Sunifar
Numero di abitanti del Comune in cui opera la farmacia, fatturato di riferimento, distanza dal capoluogo di provincia e turni effettuati in un anno. Questi i quattro indicatori che contribuiscono a definire il punteggio previsti nello schema, elaborato dalla Commissione ruralità e approvato dall'Assemblea del Sunifar, per la revisione dei meccanismi con cui le farmacie rurali accedono all'indennità di residenza. È quanto si apprende dall'house organ del sindacato dei titolari. La proposta sarà presentata al tavolo Sisac per la definizione della Convezione. La Commissione che ha messo a punto lo schema composta da farmacisti e tecnici ha avviato i lavori con alcune premesse anticipate lo scorso autunno in un'intervista (Farmacista 33 ottobre 2017) da Silvia Pagliacci presidente del Sunifar: «Non vogliamo che cambi il criterio demografico per classificare le farmacie in rurali e non rurali. Poi però c'è una completa analisi del settore: dalla composizione del fatturato, fino alla dislocazione geografica. L'idea è di introdurre un concetto di ruralità più rispondente al tessuto territoriale e sociale, prendendo in considerazione criteri quali la reale distanza dai centri abitati dotati di servizi e le caratteristiche del territorio. Non dobbiamo altresì dimenticare di introdurre una valutazione meritocratica, in base al grado di servizio offerto dalla farmacia nei confronti della comunità».

All'indomani dell'approvazione da parte dell'Assemblea la presidente Sunifar si dice «molto soddisfatta dell'esito, il testo ha raccolto il voto dell'Assemblea con solo tre voti contrari e tre astenuti. Il documento, fino ad ora, ha passato il vaglio di tutti i livelli, Consiglio di Presidenza, Consiglio delle Regioni e ora quello dell'Assemblea, che ha votato e approvato il testo. Il prossimo sarà il vaglio della Sisac. La Convenzione che noi andremo a trattare stabilirà le regole per attribuire l'indennità di ruralità al titolare o direttore di farmacie, ed è su questo che Sunifar farà la sua proposta». Il Sunifar precisa che la Convenzione non può stabilire il quantum dell'indennità, ma solamente i criteri ai quali le Regioni, che determinano l'ammontare dell'indennità di residenza, si dovranno attenere. E lo schema per la revisione dei meccanismi con cui le farmacie rurali accedono all'indennità di residenza si basa su un sistema di punteggi cui contribuiscono quattro differenti indicatori: il numero di abitanti del comune in cui opera la farmacia, il fatturato di riferimento, la distanza dall'ospedale più vicino e i turni effettuati in un anno.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Garattini S., Bertelè V. Farmaci sicuri
vai al download >>

SUL BANCO