Sanità

nov142014

Influnet: 132mila italiani con l'influenza, Aifa invita alla vaccinazione

Influnet: 132mila italiani con l’influenza, Aifa invita alla vaccinazione
L'influenza è già arrivata: la rete di sorveglianza Influnet ha infatti stimato circa 43.900 nuovi casi nella settimana dal 3 al 9 novembre, per un totale che ammonta a circa 132mila segnalati finora. Sono state anche diffuse le percentuali registrate per fascia d'età: tra zero e quattro anni l'incidenza è risultata pari a 1,84 casi per mille assistiti, tra i cinque e i quattordici la quota si è attestata a 0,78 casi. Inferiori le stime per la popolazione adulta: negli individui tra i 15 e i 64 anni si sono verificati 0,73 casi ogni mille assistiti e tra quelli di età pari o superiore a 65 anni la media è stata pari a 0,39 casi per mille assistiti. L'Aifa ammonisce a non confondere l'influenza con un semplice malanno di stagione, «dal momento che questa malattia infettiva può dare luogo a casi di intensità severa e che le sue complicanze colpiscono con frequenza maggiore gli ultrasessantacinquenni e i pazienti affetti da condizioni croniche come diabete, malattie immunitarie o cardiovascolari e respiratorie». È dunque immediato parlare di vaccinazione, a cui l'Agenzia del farmaco raccomanda di sottoporsi all'inizio di ogni nuova stagione influenzale, ricordando che la protezione indotta dal vaccino comincia dopo circa due settimane dalla vaccinazione e perdura per un periodo di sei-otto mesi per poi decrescere. L'Aifa puntualizza inoltre che un ruolo importante nel limitare la diffusione dell'influenza è determinato, oltre alla vaccinazione e all'uso eventuale di antivirali, dall'adozione di norme igieniche e da comportamenti mirati. L'Agenzia entra infine nel merito della farmacovigilanza e chiede agli operatori sanitari di segnalare qualsiasi sospetta reazione avversa osservata compilando la scheda da trasmettere al responsabile di farmacovigilanza della struttura di appartenenza. Un invito analogo è rivolto ai cittadini, che possono segnalare direttamente gli effetti indesiderati tramite la scheda apposita da inviare compilata al responsabile di farmacovigilanza della propria Asl.

discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO