Sanità

lug282015

Inghilterra, al via il farmacista clinico in ambulatorio con il medico di base

Inghilterra, al via il farmacista clinico in ambulatorio con il medico di base

La controversa proposta di inserire un farmacista negli ambulatori di medicina generale sarà presto una realtà in Inghilterra, ora che il governo ha accordato un finanziamento di 15 milioni di sterline in tre anni per far partire un progetto pilota. Il supporto economico, confermato da Simon Stevens direttore esecutivo del Nhs England, permetterà all'iniziativa di diventare operativa entro la fine dell'anno, anche se ancora non sono state comunicate date precise. «Potrebbe essere una triplice vittoria» ha dichiarato Stevens «per i pazienti, i loro curanti e i farmacisti. Attingere alle competenze dei farmacisti clinici dovrebbe consentire un ampliamento delle cure, allentando parte della pressione che grava sui medici di famiglia. Non è un proiettile d'argento ma un contributo concreto e costruttivo a una sfida sempre più ampia». Il Nhs England con i fondi stanziati coprirà una parte dello stipendio dei farmacisti, per la precisione il 60%, 40% e 20% rispettivamente per il primo anno, secondo anno e terzo anno. L'accordo è stato accolto con entusiasmo dalla Royal pharmaceutical society (Rps), che si era fatta promotrice dell'iniziativa presso il Royal college of general practitioners e la British medical association «Si tratta di una iniziativa fantastica. Il farmacista lavorando all'interno del team di cure primarie può fare una enorme differenza sia per i pazienti che per i colleghi clinici» ha detto Dave Branford, ex presidente dell'English pharmacy board «I farmacisti possono dare consulenze e trattare direttamente i pazienti, alleggerendo il carico di lavoro dei medici che così potranno concentrare le loro competenze dove sono più necessarie, per esempio nella diagnosi e cura di pazienti con condizioni complesse». «Inoltre, inserito all'interno dello staff, il farmacista sarà in grado di consigliare gli altri professionisti sui farmaci, risolvere problemi di prescrizione e ridurre gli errori prescrittivi». Non tutti però sono altrettanto entusiasti. Cautela emerge infatti da altre categorie interne alla professione, per esempio c'è chi si preoccupa che questi progetti possano smorzare l'attenzione sull'attuale quadro della farmacia di comunità. Ian Strachan, presidente della National pharmacy association, aveva dichiarato alla rivista Pharmacy business all'inizio dell'anno «perdere di vista il valore dell'attuale infrastruttura, del sistema in cui lavoriamo e dell'enorme potenziale che possiede all'interno dello schema di cura e assistenza esistente potrebbe essere catastroficamente miope». Malgrado ciò la comparsa dei farmacisti negli ambulatori di medicina generale diventerà una situazione ordinaria in Inghilterra, almeno per i prossimi tre anni. L'auspicio è che il farmacista riesca ad alleviare la tensione del generalista che si trova sotto pressione, assistendolo nella gestione dei pazienti con malattie croniche, fornendo consigli ai pazienti che assumono più di un farmaco e migliorando l'accesso alle visite. In attesa di date sicure, il Centre for pharmacy postgraduate education (Cppe) ha annunciato che istituirà un programma di formazione, in collaborazione con il Nhs England e l'Health education England (Hee) per formare gruppi di farmacisti clinici da mandare negli ambulatori medici. L'istruzione sarà erogata sia online, sia tramite corsi residenziali, giornate di studio, piccoli gruppi di apprendimento e di studio auto-diretto. Ogni classe di 30 studenti inizierà il percorso con una sessione residenziale di quattro giorni, durante la quale si terranno lezioni di leadership, medicines optimisation nella pratica quotidiana, abilità consulenziali e tecniche di esame medico. Il Cppe si coordinerà insieme ai comitati formativi e a quelli educativi locali dell'Hee, a gruppi di farmacisti specializzati, alla Rps, alla UK Clinical pharmacy association, a Pharmacy voice e ad altre istituzioni della scuola superiore per fornire un ampio collegamento delle giornate di studio.

Elisabetta Lucchesini



discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Garattini S., Bertelè V. Farmaci sicuri
vai al download >>

SUL BANCO