Sanità

mar252016

Ingresso capitali, Fenagifar: in farmacia business plan e obiettivi come in azienda

Ingresso capitali, Fenagifar: in farmacia business plan e obiettivi come in azienda
Se l'entrata del capitale avverrà a gamba tesa, senza alcun paletto, ci sarà la necessità di cambiare la struttura organizzativa delle farmacie e rimodellarla a tutti gli effetti come un'impresa, bisognerà cambiare mentalità, struttura e gestione anche del patrimonio. A ribadirlo a Farmacista33 è il presidente di Fenagifar Pia Policicchio commentando come potrebbe cambiare il panorama farmacia con l'entrata in vigore del Ddl concorrenza. E se per qualcuno l'entrata dei capitali è un'occasione per fare rete e svecchiare un sistema stantio, per altri l'arrivo di grandi catene internazionali su suolo italiano potrebbe mettere in crisi alcune delle strutture già esistenti. Una cosa è certa, lo scenario sarà molto diverso da quello attuale, e la concorrenza sarà maggiormente focalizzata sul commerciale, per questo bisogna pensare ad un riassetto della struttura farmacia. Se ne è parlato a lungo in occasione di FarmacistaPiù a Firenze. Come cambiare, dunque, l'attuale assetto? Finora la gestione della farmacia era più a libero braccio, con l'entrata dei capitali, dovendo competere con quelle che di fatto sono delle grosse imprese, «le farmacie dovranno a loro volta utilizzare gli strumenti di un'impresa, a partire dalla formulazione annuale di un business plan, che serve a prevedere il potenziale ricavo derivante da un certo tipo di investimento - spiega Policicchio - non è più possibile investire andando a sensazione, a "pelle", bisognerà puntualmente fare analisi di mercato per capire dove quella farmacia può incidere per portare a casa un risultato. Anche l'organizzazione aziendale dev'essere strutturata in maniera precisa, ad esempio dal punto di vista delle risorse umane, non si può fare come una volta dove tutti facevano tutto, serve una formazione specializzata. Bisognerà utilizzare indici per valutare le performance dei dipendenti, tutto ciò che in un'azienda si fa per raggiungere un obiettivo predefinito secondo il piano aziendale». Fenagifar, precisa la presidente, «come federazione è convinta che ormai una commercializzazione spinta sia una realtà che si concretizzerà definitivamente con l'entrata dei capitali e alla quale bisogna far fronte. Non ci fa piacere che la parte commerciale superi quella professionale. Difficile che il singolo possa farcela da solo, e se bisogna pensare ad una rete, meglio che sia di farmacisti che di capitali, perché tra farmacisti c'è un obiettivo comune spinto dal professionale che impera sempre sul commerciale, anche se poi di questo viviamo, mentre quando la tua anima vira sul commerciale si perde una parte della propria identità».

Attilia Burke
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Sacchetti E., Clerici M. La depressione nell'anziano
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO