Sanità

giu272016

Innovazione sostenibile, De Vincenti: governance farmaceutica riformata entro l'anno

Innovazione sostenibile, De Vincenti: governance farmaceutica riformata entro l’anno
Innovazione sostenibile. Il tema ormai domina lo scenario in questo periodo come ha confermato, interpellato da Farmacista33 a margine dell'assemblea pubblica di Farmindustria della scorsa settimana il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti, convinto che il tema dell'«health technology assessment» sia dirimente per il futuro della società contemporanea.

Due settimane fa all'Ara Pacis a Roma, durante un incontro promosso da Edra, il Direttore dell'Aifa Luca Pani poneva la questione del futuro del farmaco legandolo al concetto d'innovazione sostenibile: da centro di costo a generatore di valore sociale...
Ciò di cui si discute oggi non riguarda solo i temi della produzione industriale e quello del ruolo della medicina. Ciò che è in gioco è il tema della qualità della vita nella società contemporanea. La nuova civiltà che immaginiamo, (bisogna dirlo proprio in queste ore cruciali), rappresenta anche una sfida che si pone di fronte all'Europa. Proprio per questo è cruciale costruire un sistema di health technology assessment di sostegno all'innovazione in questo settore. Ma occorre uscire dalla logica del breve periodo. Per fare un esempio non è possibile continuare ad avere 21 prontuari farmaceutici.

Prima del suo intervento il Governatore Roberto Maroni si era detto pronto a collaborare con il Governo, ad esempio per raggiungere l'obiettivo di un unico costo standard per le spese sanitarie per tutto il paese.
Certo, l'obiettivo dei costi standard è del tutto condiviso e anzi proprio il Decreto Legge varato lunedì 20 giugno contiene una norma che accelera il percorso attuativo, ma - e l'ho ricordato al Governatore Maroni, occorre coerenza. Ho piuttosto richiamato al ruolo propulsore che la Lombardia, ma non solo la Lombardia, dovrebbe esercitare nella riforma della governance. Al Tavolo con le Regioni per il sistema farmaceutico, molte di loro praticano una resistenza e non vi è traccia di quel ruolo propulsore. Così non si esce dalla logica del breve periodo.

Ma è nel breve periodo che lei ha detto parole chiare sulle scadenze più attese: la soluzione della controversia sul pay back, la riforma della governance del sistema farmaceutico
Sì, il nostro obiettivo è arrivare alla riforma della governance del sistema farmaceutico entro la fine dell'anno (con l'inserimento delle misure in Stabilità), in modo che dal 2017 si cominci con un nuovo sistema.

Il governo ha intenzione di arrivare a definire le nuove regole in modo che con la prossima legge di Stabilità diventino norma. È per questo che abbiamo istituito un tavolo interistituzionale di confronto con le Regioni e le imprese del farmaco.

Un percorso a tappe forzate
C'è un impegno chiaro teso a rafforzare il ruolo dell'AIFA come nel riformare il sistema della governance. Per quanto riguarda il pay back una volta fatta la concertazione occorre entrare in una pratica che lo releghi al ruolo di ultima istanza. Non ricorrendovi come pratica ordinaria.

I tempi?
Entro breve avanzeremo le proposte che partono da quattro punti chiave, che avendo funzionato e dato stabilità ci permettono di ripartire: una spesa territoriale sotto controllo; il Fondo degli Innovativi che va confermato; la spesa ospedaliera per la quale sta funzionando il sistema registri dei rimborsi condizionati e il sistema a tariffa dei Raggruppamenti omogenei di diagnosi (DRG n.d.r.) degli ospedali che permette di costruire un vincolo di bilancio.

La richiesta dell'Assemblea delle imprese del farmaco riguarda l'esigenza e l'urgenza di agire sulla parte regolatoria del sistema.
Questo è già il nostro impegno: dalla stabilità fornita da regole certe consegue la capacità di attrarre nuovi investimenti.


Silvio Di Francia
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Ascioti Maria T., Penazzi E. - Reparto dermocosmetico. Guida all'estetica in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO