farmaci

set22020

Integratori e sistema immunitario, Firenzuoli: da piante aiuto a mantenere buona efficienza. Dati lo confermano

Integratori e sistema immunitario, Firenzuoli: da piante aiuto a mantenere buona efficienza. Dati lo confermano

Gli estratti di piante come Sambucus e Andrographis, reperibili negli integratori alimentari, possono intervenire per rafforzare il sistema immunitario come dimostrano dati scientifici

Non bisogna attendere l'inizio della scuola o l'arrivo di raffreddori, mal di gola, tosse, influenza, bronchiti per rinforzare il sistema immunitario e sull'efficacia di estratti di Echinacea, Cistus, Sambucus, Andrographis, ed altre ancora ci sono dati, che confermano il loro ruolo nella prevenzione e cura dei primi sintomi. Così Fabio Firenzuoli interviene nel dibattito aperto dalle affermazioni di Silvio Garattini, presidente dell'Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri di Milano, che in un'intervista a SkyTg24 ha affermato, "in riferimento ad una possibile prevenzione per la stagione autunnale" che «non c'è nessun modo per rafforzare il nostro sistema immunitario in vista dell'autunno. L'unica cosa che serve sono i buoni stili di vita. Gli integratori alimentari che vengono proposti servono solo a chi li vende e non a chi li usa. Quindi, meglio non fumare e non eccedere con l'alcol, cercare di mantenere un'alimentazione regolare, non aumentare di peso e fare sport».

Dal Blog: dati su efficacia di piante reperibili anche in integratori

La risposta di Firenzuoli arriva dal suo Blog su Farmacista33.it, NaturaMedica, in cui rivolgendosi direttamente al professor Garattini scrive: "È proprio questo il momento di intervenire per mantenere al meglio il nostro sistema immunitario. Non si deve aspettare di tornare a scuola, e ritrovarsi in ottobre o novembre senza sapere come fare ad affrontare raffreddori, mal di gola, tosse, influenza, bronchiti, con la paura che sia o meno Covid. Proprio a tre settimane prima dell'inizio della scuola, si deve intervenire. Non solo la tradizione, non solo l'esperienza clinica, ma anche la scienza, quella di cui va giustamente fiero il Prof. Garattini, ed io con lui, confermano che numerose sono le piante che ci aiutano a mantenere la buona efficienza del nostro sistema immunitario. Non solo l'alimentazione corretta, lo stile di vita, l'attività fisica, e tutte le altre cose di buon senso. Il buon senso è una cosa, i dati sono un'altra. E che esistano dati sull'efficacia di piante reperibili anche in integratori, così come in alcuni medicinali, lo dice la letteratura, non il sottoscritto, basta leggera. Lo dicono le autorità sanitarie europee che autorizzano l'uso di alcuni botanicals anche all'interno di integratori. Quindi in questo caso non concordo affatto con il Prof. Garattini quando afferma genericamente che gli integratori non servono a nulla per il sistema immunitario. Certamente ci sono integratori che non servono a nulla, come ci sono farmaci che non servono a nulla.
Ma sulla efficacia di estratti di Echinacea, Cistus, Sambucus, Andrographis, ed altre ancora ormai ci sono dati, che confermano il loro ruolo nella prevenzione e cura dei primi sintomi. Non solo, ma con alcune piante forse abbiamo anche la possibilità di aumentare l'efficacia dei vaccini. Per cui nessuno crede più alle opinioni contrarie. In attesa quindi di terapie specifiche, insieme alle misure di precauzione fondamentali (mascherina, stanziamento sociale, igiene, ecc.) la prevenzione è d'obbligo, con tutto quello che serve, buon senso e scienza, nella quale sta di diritto anche l'uso delle erbe medicinali".
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO