Sanità

mag112018

Integratori, produttori e consumatori insieme per l'uso corretto

Integratori, produttori e consumatori insieme per l’uso corretto
Presentata a Milano la campagna su "L'uso corretto degli integratori", promossa da Unione nazionale consumatori (Unc), in collaborazione con Integratori Italia-Aiipa. Un progetto che nasce dal comune obiettivo di promuovere nei consumatori una corretta informazione su prodotti che, secondo l'ultima indagine Gfk-Eurisko, ormai fanno parte delle abitudini di tre italiani su quattro.

Alla base di tutto la guida digitale dal titolo "L'uso corretto degli integratori", i cui contenuti sono tratti da alcuni capitoli dell'e-book "Review scientifica sugli integratori", realizzata da Integratori Italia nel 2016. La guida sarà scaricabile gratuitamente dal sito www.consumatori.it e verrà ulteriormente diffusa attraverso i canali dell'Unione: newsletter, house organ e pagina Facebook. Successivamente sarà possibile accedere ai suoi contenuti anche attraverso il sito www.integratoriebenessere.it e la pagina Facebook. Il proliferare di informazioni non accreditate sul web, per non parlare delle fake news, comporta molti rischi anche in questo ambito. «Negli ultimi anni stiamo assistendo a una maggiore attenzione dei cittadini ai temi del benessere e dell'alimentazione», afferma il presidente di Unc Massimiliano Dona, «ma purtroppo non sempre a ciò corrisponde un corretto stile di vita: troppo spesso ancora si seguono trend privi di fondamento scientifico, oppure ci si informa su temi riguardanti la propria salute attraverso canali poco attendibili. Noi siamo per l'uso consapevole degli integratori, ricordando che si tratta di alimenti e non farmaci, che non possono sostituire una dieta sana ed equilibrata e soprattutto che costante esercizio fisico e comportamenti virtuosi rappresentano la base irrinunciabile per mantenersi in buona salute».

«Già un equivoco nasce dalla terminologia», sottolinea Giovanni Scapagnini, docente all'Università degli Studi del Molise e vicepresidente della Società italiana di nutraceutica, «in quanto la parola "integratore" fa intendere che si tratti di prodotti in grado di sostituire l'alimentazione tradizionale, quando invece aggiungono qualcosa, come evidenzia il termine inglese supplement. Va ricordato però che, se guardiamo alla ricerca scientifica, Europa e Stati Uniti stanno investendo sempre di più sul tema nutrizione funzionale e salute, come dimostrato, per esempio, dalla dimensione dagli studi Vital (effetto della supplementazione di vitamina D e omega 3 condotto su 25.000 persone) e Cosmos (effetto della supplementazione dei polifenoli del cacao condotto su 18.000 persone) attualmente in corso». «Prosegue con questa iniziativa», dichiara Alessandro Golinelli, presidente di Integratori Italia. «Un impegno che in questi anni ha visto l'associazione in prima linea per migliorare continuamente la propria comunicazione, rendendo i canali attraverso cui dialoga sempre più accreditati e autorevoli. Dal 2017, infatti, la pagina Facebook Integratori e Benessere si ispira ai principi di correttezza scientifica e trasparenza espressi da Health on the net foundation (Hon), e da inizio 2018 abbiamo adottato un codice deontologico per regolamentare i rapporti, su un piano etico, tra le aziende aderenti e tra queste e i consumatori, il mondo scientifico e sanitario, le onlus di settore, le associazioni dei pazienti e le imprese concorrenti».
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Garattini S., Bertelè V. Farmaci sicuri
vai al download >>

SUL BANCO