farmaci

feb62020

Integratori riso fermentato, in vigore da aprile limiti massimi per citrinina

Integratori riso fermentato, in vigore da aprile limiti massimi per citrinina

Da aprile entreranno in vigore i nuovi valori dei livelli massimi per il contenuto di citrinina negli integratori a base di riso fermentato con lievito rosso Monascus purpureus fissati a 100 microgrammi per ogni chilogrammo di peso

A partire dal mese di aprile 2020, entreranno in vigore i nuovi valori dei livelli massimi per il contenuto di citrinina negli integratori alimentari a base di riso fermentato con lievito rosso Monascus purpureus fissati a 100 microgrammi per ogni chilogrammo di peso. A fissare i limiti è il Regolamento della Commissione Europea 2019/1901 del 7 novembre 2019, pubblicato in Gazzetta Ufficiale 2a Serie speciale n. 4 del 16 gennaio 2020.

Il Regolamento trova le sue premesse, come indicato in GU, in una serie di dati riguardanti la presenza elevata del contaminante citrinina in alcuni preparati di lievito di riso rosso raccolti nel corso del tempo, in particolare, "dai nuovi dati riguardanti la presenza della citrinina risulta che non è necessario stabilire tenori massimi di citrinina negli alimenti diversi dagli integratori a base di lievito di riso rosso. Per quanto riguarda la presenza della citrinina negli integratori alimentari contenenti lievito rosso Monascus purpureus, i dati rappresentativi ottenuti dimostrano tuttavia che il tenore massimo dovrebbe essere abbassato. Non sono disponibili nuovi dati sulla tossicità relativi alla citrinina che rendano necessario un aggiornamento della valutazione dell'Autorità sui rischi della citrinina per la salute pubblica. Di conseguenza permangono incertezze per quanto riguarda la genotossicità e la cancerogenicità della citrinina. È quindi necessario, ai fini della tutela della salute pubblica, che i tenori di citrinina negli alimenti siano tanto bassi quanto ragionevolmente ottenibile. Ciò vale in particolare per gli integratori alimentari a base di riso fermentato con lievito rosso, poiché i dati dimostrano che in alcuni campioni di questi prodotti possono essere riscontrati tenori molto elevati di citrinina, che comportano una forte esposizione alla citrinina per i consumatori di questi prodotti. Allo stesso tempo dai dati disponibili risulta che, applicando buone prassi di fabbricazione, è possibile ottenere tenori bassi di citrinina negli integratori alimentari a base di riso fermentato con lievito rosso Monascus purpureus.
In considerazione delle incertezze che permangono per quanto riguarda la tossicità della citrinina e la possibilità di ottenere bassi tenori di citrinina applicando buone prassi di fabbricazione, è opportuno ridurre il tenore massimo di citrinina negli integratori alimentari a base di riso fermentato con lievito rosso Monascus purpureus al fine di garantire un elevato livello di tutela della salute umana".

A darne diffusione della nuova normativa, è una circolare della Fofi che sottolinea il fatto che il regolamento "non necessita di alcun atto di recepimento da parte degli Stati membri" e trova applicazione dal 1° aprile 2020. A partire da tale data, quindi, "gli integratori alimentari a base di riso fermentato con lievito rosso Monascus purpureus potranno contenere fino a 100 migrogrammi per ogni chilogrammo di peso. Gli integratori alimentari a base di riso fermentato con lievito rosso Monascus purpureus immessi legalmente sul mercato prima dell'entrata in vigore del regolamento in oggetto possono rimanere sul mercato fino al termine minimo di conservazione o alla data di scadenza".
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO