Sanità

ott32018

Integratori, Unaftisp: consiglio del farmacista obbligatorio per non banalizzarne l'uso

Integratori, Unaftisp: consiglio del farmacista obbligatorio per non banalizzarne l’uso
La vendita di alcuni integratori alimentari senza l'assistenza del farmacista banalizza l'uso di queste sostanze, con rischi per la salute se assunte senza attenzione alle terapie, soprattutto se prescritte da naturopati, nutrizionisti, istruttori di palestra. È quanto sostengono i titolari di parafarmacia dell'associazione Unaftisp (Unione nazionale farmacisti titolari di sola parafarmacia), in una nota in cui annunciano il lancio della campagna informativa "Non affidarti al primo che capita!" che sarà presentata in occasione di Farmacistapiù che si terrà a Roma il 12 e 13 ottobre. "La vendita di alcuni integratori alimentari - si legge nella nota - senza l'assistenza di personale qualificato come un farmacista che possa guidare l'utente finale ad una scelta consapevole e corretta non sia più tollerabile. Infatti, questo banalizza l'uso di queste sostanze che invece in molti casi non sono innocue dal punto di vista della salute. Soprattutto se vengono assunte in maniera incontrollata e non curanti di terapie o di patologie in atto. Il tutto diventa ancora più rischioso quando questi integratori sono prescritti, in barba alla legge sull'abuso di professione medica, da naturopati, nutrizionisti, istruttori di palestra e consulenti vari che nell'ambito delle rispettive attività dovrebbero limitarsi al massimo a consigliare stili di vita e regimi alimentari appropriati senza interessarsi all'uso di nessuna sostanza che possa agire sull'organismo". Con rischi "altissimi, dall'insorgenza di effetti iatrogeni per abuso e interferenza con le terapie farmacologiche in atto".

Secondo l'Unaftisp è "opportuno discutere nelle sedi opportune dell'argomento nella speranza si possa ottenere un miglior controllo sull'uso degli integratori alimentari a tutela del cittadino. Come farmacisti e professionisti della salute che operano in una realtà consolidata e ormai di riferimento per la cittadinanza come la parafarmacia, riteniamo che oltre al medico, il supporto del farmacista nella scelta consapevole di ricorso all'integrazione alimentare sia obbligatoria. Nel frattempo, riteniamo importante, e lo faremo in tutti i modi, informare i cittadini non auto-prescriversi degli integratori, ma che facciano sempre riferimento al medico o al farmacista nel caso se ne ritenga necessaria l'utilizzazione".
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Frongia - Casettari -Il galenista e il laboratorio
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO