farmaci

dic182013

Intolleranza al lattosio: in farmacia il test genetico per scoprirla

latte

La predisposizione a essere intolleranti al lattosio si può scoprire con un semplice test predittivo in forma di tampone buccale disponibile in farmacia dal 2014. Il kit, presentato nei giorni scorsi a Milano in conferenza stampa, contiene il tampone per eseguire l’auto-prelievo da parte del paziente e prevede l’invio del campione di saliva al laboratorio di analisi, direttamente o tramite il proprio farmacista, unitamente al documento di consenso alla privacy con apposite buste. Il team di genetisti della G&life, azienda che ha messo a punto il test, effettua l’analisi del gene della lattasi, enzima coinvolto nell’intolleranza al lattosio, ed entro 15 giorni viene consegnato il report personale con i risultati e l’interpretazione di un genetista. La diagnosi di questa forma di intolleranza, ha spiegato Edoardo Savarino, ricercatore presso il Dipartimento di scienze chirurgiche, oncologiche e gastroenterologiche dell’Università degli studi di Padova «si basa principalmente su metodi non invasivi: il test del respiro all’idrogeno (breath test) è quello sinora più diffuso, ma presenta alcuni limiti diagnostici e pratici, tra l’altro perché solo pochi bambini riescono a eseguire questo esame». Il test, inoltre, consente di chiarire i casi dubbi in cui sono presenti sintomi come gonfiore e crampi addominali, nausea, vertigini, cefalea, brontolii intestinali, flatulenza, stanchezza cronica ma spesso addebitati a colite da stress. «I dati di letteratura» ha detto Paolo Gasparini, docente di Genetica Medica dell'Università di Trieste e co-fondatore di G&life «indicano che circa il 50-60% degli italiani ha una predisposizione all'intolleranza al lattosio. I nostri dati ci dicono che il 75% non sa di esserlo, perché i sintomi sono così variabili che spesso non fanno sospettare un'intolleranza». In caso di intolleranza, ha chiarito Elisa Marabotto del Reparto Universitario di Gastroenterologia dell'Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino di Genova «l’unica cura è l’eliminazione o la riduzione del lattosio dalla dieta. Oppure utilizzare integratori alimentari a base di lattasi. Infatti, eliminare il lattosio dalla dieta non è semplice, basti pensare che il lattosio è presente anche come additivo negli alimenti e nei farmaci: addirittura in più del 20% dei farmaci che richiedono ricetta medica e nel 6% circa dei farmaci da banco, e anche negli integratori alimentari».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO