farmaci

gen202014

La caffeina stimola la memoria a lungo termine

caffè

Ancora buone notizie sulla caffeina: oltre ai benefici che già le sono riconosciuti, gli autori di uno studio, pubblicato sui Nature Neuroscience, avrebbero scoperto che una dose assunta subito dopo aver seguito una lezione incrementa le probabilità di memorizzazione a lungo termine dei contenuti appresi. I ricercatori, guidati da Daniel Borota della Johns Hopkins university di Baltimora, hanno effettuato il loro esperimento su 160 volontari. Ai partecipanti d’età compresa tra 18 e 30 anni sono stati mostrate immagini di diversi oggetti, che hanno dovuto catalogare come “interni” o “esterni”. Immediatamente dopo questa esercitazione metà dei soggetti ha ricevuto un pillola da 200 mg di caffeina e l’altra metà un placebo. Il giorno seguenti ai partecipanti sono state mostrate le stesse immagini e alcune nuove, essi hanno dovuto classificarle come “nuove – vecchie” o “simili alle immagini originali”. Da questo secondo test è emerso che il gruppo trattato con caffeina era più bravo nell’identificare le immagini simili all’originale. L’esperimento è stato ripetuto con 100 e 300 mg di caffeina: l’effetto è peggiorato nel primo caso mentre non è aumentato nel secondo caso. Inoltre l’effetto non si osservava se l’assunzione di caffeina avveniva un’ora prima dell’esperimento invece che dopo. Molte sono le ipotesi con cui si può spiegare questa osservazione: la caffeina, per esempio, può potenziare la memorizzazione a lungo termine bloccando l’adenosina, impedendole così di interrompere l’azione della noradrenalina, alla quale si riconoscono effetti sulla memoria. (E.L.)


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Ascioti - Reparto dermocosmetico - Guida al cross-selling
vai al download >>

SUL BANCO