Scienza

giu52010

La cefalea modifica il cervello

I ricercatori dell'Istituto neurologico Carlo Besta di Milano, guidati da Gennaro Bussone, responsabile del Centro cefalee dell'Irccs e presidente dell'Anircef (Associazione neurologica italiana per la ricerca sulle cefalee), hanno dimostrato che la cefalea provoca una riduzione della massa cerebrale, che tuttavia può essere recuperata seguendo una terapia adeguata. In occasione del IV Congresso Anircef l'equipe ha descritto queste osservazioni come un'elasticità del cervello dei soggetti emicranici: "Ciò indica che il cervello non è così statico come si pensava, ma in situazioni di grave stress come quello indotto da un continuo dolore può strutturalmente e metabolicamente adattarsi per rispondere meglio alla nuova situazione". Il fenomeno è stato individuato studiando pazienti affetti da emicrania e cefalea tensiva tramite tecniche di risonanza volumetrica di ultima generazione (morfometria voxel), ma interessa anche i casi di cefalea episodica. In entrambi i casi non si tratta però di una perdita definitiva: le alterazioni spariscono dopo il trattamento, per esempio di detossificazione normalmente effettuato nei casi di cefalea cronica conseguente ad abuso di farmaci, con un breve ricovero.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Sacchetti E., Clerici M. La depressione nell'anziano
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO