farmaci

mag152012

La cittadinanza invecchia il mercato dei presidi cambia

Che un paese diventa più longevo, e quindi invecchia, lo si capisce da tanti indicatori, tra questi anche il volume di vendita dei pannolini per la prima infanzia e i presidi per l’incontinenza urinaria della terza età: i primi sono in calo i secondi sono in aumento

Che un paese diventa più longevo, e quindi invecchia, lo si capisce da tanti indicatori, tra questi anche il volume di vendita dei pannolini per la prima infanzia e i presidi per l’incontinenza urinaria della terza età: i primi sono in calo i secondi sono in aumento. È quanto sta già accadendo in Giappone, che ha già imboccato questa strada, e quanto accadrà anche in Italia, dove  gli over65 sono il 21% e diventeranno il 35% entro il 2030 e dove il tasso di natalità è fra i più bassi del mondo. Un nuovo andamento sul mercato interesserà anche prodotti per la terza e la quarta età come omogeneizzati e alimenti speciali. Stando ai dati forniti da Niccolo Marchionni, presidente della Società italiana di cardiologia geriatrica, le persone che soffrono di incontinenza in Italia sono 4 milioni, di cui un milione in forma grave e, secondo Assobiomedica nel 2011 sono stati venduti oltre 1,2 miliardi i presidi, ma il dato è sottostimato e potrebbe essere più alto del 25%. «Dal 1951 al 2030» continua Marchionni «ci sarà un aumento del 200% della fascia d'età 75-85 e di ben il 750% degli over85. Con un problema di sostenibilità economica per lo Stato, sia per quanto riguarda le pensioni, che per i costi di assistenza sanitaria». Per il futuro bisognerà quindi attrezzarsi, e il mercato in parte lo sta già facendo, anche se un po' in ritardo rispetto a quanto avviene all'estero. «Si sta sviluppando un segmento di mercato alimentare» aggiunge Marchionni «per gli anziani, affetti gravi problemi di malnutrizione, soprattutto quando colpiti da forme di demenza. Ci sono quindi integratori calorico-proteici, per dargli un buon apporto di queste sostanze, e addensanti e sostanze semiliquide, simili a omogeneizzati». Chi soffre di demenza infatti, ingerendo sostanze liquide, corre il rischio di avere broncopolmoniti da ingestione. «Ecco perché» conclude «è in crescita un mercato di prodotti semi-addensanti a chi ha problemi di deglutizione, che si possono dare in sicurezza».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO