Benessere

feb262014

L’aborto spontaneo si previene con uno stile di vita adeguato

donna gravidanza

Almeno uno su 4 degli aborti spontanei che si verificano nel primo trimestre di gravidanza potrebbe essere prevenuto con semplici interventi sullo stile di vita, stando ai risultati di una ricerca danese. I ricercatori dell’università di Copenhagen hanno analizzato i dati di oltre 90.000 donne e hanno individuato nuovi comportamenti a rischio per l’interuzione della gravidanza: un aumento del peso corporeo superiore ai 20 kg, essere obese o essere sottopeso. Questi vanno ad aggiungersi ai fattori di rischio già noti, che la ricerca ha cionfermato, come l’età al concepimento superiore ai 30 anni, il consumo di alcolici e il lavoro su turni notturni durante la gravidanza. Il lavoro, pubblicato sull’International journal of obstetrics and gynaecology, si è basato sui dati 1996-2002 della Danish national birth cohort, un ampio studio di popolazione che ha registrato 91.427 gravidanze, il 3.5% delle quali si era interrotto precocemente a causa un aborto spontaneo. Secondo gli autori, correggere tutti i fattori di rischio individuati nella ricerca potrebbe ridurre di un quarto il numero di aborti spontanei. «Vogliamo dare un messaggio forte» ha sottolineato Anne-Marie Nybo Andersen, primo autore della ricerca «gli aborti spontanei si possono prevenire» ed è più importante considerare insieme diversi fattori legati ai comportamenti, piuttosto che focalizzarsi su un solo fatto specifico, come l’aver assunto un determinato farmaco, per esempio. Data l’ampiezza del campione i dati sono sicuramente significativi e anche sufficientemente esportabile in altre nazioni, secondo Nybo Andersen infine «chiunque, dai giovani, uomini e donne, a chi ha responsabilità politiche, dovrebbe tenere bene in mente che posticipare una gravidanza oltre i 30 anni d’età implica un serio incremento del rischio di aborto spontaneo». (E.L.)


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Boiron Roux - Pediatria
vai al download >>

SUL BANCO