Sanità

mag92013

Lazio, verso il rinnovo dell’accordo sulla Dpc. Caprino: aspettiamo di essere coinvolti

farmaci_5

Ancora nessuna firma, almeno per ora, nel Lazio per quel che riguarda l’accordo sulla Dpc. A smentire alcuni lanci di agenzia circolati ieri è il presidente di Federfarma Lazio, Franco Caprino, sottolineando come per ora siano state coinvolte le aziende farmaceutiche, mentre i farmacisti non hanno ancora avuto nessuno scambio con il nuovo presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti che è anche commissario ad acta. «L’accordo è prossimo alla scadenza» sottolinea Caprino «ed è un ottimo accordo che contiamo di rinnovare anche se per ora tutto tace». I segnali che arrivano dalla Regione sembrano incoraggianti, comunque, considerato che una nota sottolinea come «dal 2007 al 2012 con la Dpc i risparmi sono quadruplicati. Nel 2007» continua la nota
«quando fu introdotta per la prima volta, questa modalità distributiva che prevede l'acquisto diretto da parte della Regione di un pacchetto di farmaci, tra cui quelli più costosi, e la distribuzione nelle 1500 farmacie pubbliche e private del Lazio, previo pagamento di un agio, il risparmio per le casse regionali è stato di 38 milioni lordi, nel 2012 è salito a 163. Il trend di riduzione della spesa, peraltro, è stato sempre costante e in aumento. Da qui la decisione di procedere al rinnovo dell'accordo con organizzazioni di categoria in scadenza il prossimo 30 giugno». Parole promettenti che sembrano preludere all’accordo con le associazioni di categoria.

Marco Malagutti


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO