Sanità

mar302011

Liberalizzazioni: le parafarmacie incalzano, Fofi aperta al confronto

Si è svolto martedì a Roma il convegno, organizzato dal coordinamento delle parafarmacie, su liberalizzazioni e concorrenza nel sistema distributivo del farmaco. Molti i partecipanti e molti i contributi da Antonio Catricala, presidente Agcom a Nicola Salerno del Cerm, d’accordo sulla necessità di liberalizzare i farmaci di fascia C nelle parafarmacie. Più cauto, anche se con qualche apertura, ben accolta dal coordinamento delle parafarmacie, il segretario della Fofi, Maurizio Pace «la nostra opposizione alla legge 223 non discendeva da una difesa corporativa, ma dalla convinzione che l’uscita dell’Otc dalla farmacia rappresentasse più un’occasione per i capitali di entrare nella distribuzione del farmaco che un reale sbocco occupazionale. Non si può sottacere che il nostro è un impianto che punta a garantire un accesso al farmaco equo e uniforme, coerente con il carattere universalistico del Servizio sanitario nazionale». Catricalà dal canto suo ha sottolineato come sia in gioco «un principio di pari dignità professionale, a parità dei titoli di studio e di abilitazione, mantenere una distinzione tra farmacie e parafarmacie mi sembra francamente incostituzionale» Il dibattito ora è definitivamente riaperto anche perché si profila all’orizzonte un emendamento al ddl concorrenza, sull’apertura del mercato ai farmaci di fascia C,  che dovrebbe confluire nel pacchetto Calderoli sulle semplificazioni.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Sacchetti E., Clerici M. La depressione nell'anziano
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO