Sanità

giu52015

L'indagine, le farmacie piacciono e la fiducia nei farmacisti è alta

L’indagine, le farmacie piacciono e la fiducia nei farmacisti è alta

Il 96% dei cittadini italiani è soddisfatto di ciò che trova in farmacia, dei servizi offerti e dei consigli di chi indossa il camice. Un dato ancor più di valore visto che a proporlo è un'indagine condotta da Altroconsumo e pubblicata sul supplemento mensile Test salute. L'indagine, condotta tra settembre e novembre 2014, ha previsto un questionario spedito a un campione di persone rappresentativo della popolazione italiana, di età compresa tra i 18 e i 74 anni. Dalle 1.434 risposte arrivate Altroconsumo trae conclusioni più che positive sulla percezione che i cittadini hanno della professione di farmacista: più di sette intervistati su dieci sono convinti del fatto che il farmacista abbia come principale interesse quello di aiutare le persone a curarsi bene, piuttosto che trarre profitto dalla sua attività. Non mancano, peraltro, rilievi critici. Uno su tutti, in relazione in particolare all'ultimo anno, l'attesa superiore alle 24 ore per un farmaco non disponibile. C'è poi la lista dei servizi che il cittadino vorrebbe trovare in farmacia e non sempre trova, come la misurazione della glicemia o i consigli nutrizionali. Infine, quello che secondo gli intervistati dall'indagine non dovrebbe mancare nella farmacia ideale è la possibilità di rinnovare automaticamente le prescrizioni croniche direttamente in farmacia. Ma al di là degli aspetti critici l'indagine riconferma la professionalità del farmacista che con la sua attenzione ai bisogni dei clienti ottiene risposte in termini di fidelizzazione. Un dato da non sottovalutare tenuto conto dei nuovi scenari per la professione che si profilano all'orizzonte.

Marco Malagutti



discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Ascioti Maria T., Penazzi E. - Reparto dermocosmetico. Guida all'estetica in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO