Sanità

giu62017

Lorenzin: farmacia grande "front office" del nostro paese. Informazione e prevenzione al centro

Lorenzin: farmacia grande “front office” del nostro paese. Informazione e prevenzione al centro
«In questi anni da ministro spero di aver contribuito a creare una cultura del Servizio sanitario nazionale di cui la farmacia è un tassello importante. Ma non potrò essere ministro in eterno». Così, a margine della serata di solidarietà Farma&friends organizzata da Federfarma Roma ed Edra, in collaborazione con Teva Italia, svoltasi ieri sera, il ministro della Salute Beatrice Lorenzin rivendica il ruolo svolto in questi anni da ministro che ha sempre avuto un occhio di riguardo per la categoria dei farmacisti. «Il ruolo dei farmacisti è importantissimo» conferma Lorenzin «perché sono un'infrastruttura sanitaria del nostro paese. Le farmacie sono ovunque e in particolare in alcune aree del territorio più marginali svolgono un ruolo sussidiario rispetto al ruolo delle istituzioni sanitarie. La farmacia è un grande "front office" nel nostro paese, dove si fa e si può fare sempre di più informazione e prevenzione».



«È per questo» continua il ministro «che in tutti questi anni ho sostenuto la farmacia dei servizi in tutti gli ambiti dal patto per la salute alle norme che si sono susseguite». E sul fronte della prevenzione i farmacisti possono giocare un ruolo importante in questa fase storica anche su un fronte delicato come quello dei vaccini. «Assolutamente» conferma Lorenzin il farmacista è importantissimo a spiegare alle persone che cosa sono i vaccini. Ho visto in questo periodo di elaborazione del decreto come quasi nessuno sappia cos'è un vaccino e come funziona. Siamo in una fase di analfabetismo di ritorno ed esistono subculture radicate. Nella cultura scientifica abbiamo fatto molti passi indietro e li stiamo pagando» sottolinea il ministro. Un cenno, infine, alla serata benefica organizzata da Federfarma Roma. «Sono eventi a cui credo moltissimo» dice Lorenzin «che confermano come i farmacisti siano attori fondamentai della vita sociale, perché accanto all'attività dello Stato e delle istituzioni ci deve essere la responsabilità di chi può fare atti concreti» conclude.


Marco Malagutti
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO