farmaci

giu242013

Malaria, nuove avvertenze da Aifa su chemioprofilassi

zanzara

L’Aifa ha diramato una nota importante concernente l’impiego di meflochina (Lariam) per la chemioprofilassi della malaria. Il medicinale può indurre disordini neuropsichiatrici potenzialmente gravi: in caso di reazioni avverse neuropsichiatriche, la meflochina deve essere interrotta immediatamente e sostituita con un altro medicinale per la profilassi antimalarica. Le più comuni reazioni neuropsichiatriche includono sogni anomali, insonnia, ansia e depressione. Sono stati inoltre riferiti allucinazioni, psicosi, suicidio, pensieri suicidi e comportamento autolesionista. L’Aifa ricorda ai medici di non utilizzare meflochina per la chemioprofilassi della malaria in pazienti che presentano disturbi psichiatrici attivi o in anamnesi. Inoltre, in considerazione della prolungata emivita della meflochina, va considerato che le reazioni avverse possono manifestarsi e persistere per diversi mesi dopo l'interruzione del farmaco. È necessario avvisare i pazienti che qualora durante la chemioprofilassi con meflochina manifestassero una reazione neuropsichiatrica, dovranno smettere immediatamente di assumere la meflochina e rivolgersi con urgenza a un medico.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Sacchetti E., Clerici M. La depressione nell'anziano
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO