Sanità

nov102016

Manovra, via libera da commissione Affari Sociali. Parere sospeso in Stato-Regioni

Manovra, via libera da commissione Affari Sociali. Parere sospeso in Stato-Regioni
Anche dalla commissione Affari Sociali è arrivato il via libera alla legge di bilancio 2017. Il parere favorevole da parte dei deputati è contestuale all'approvazione di numerosi emendamenti che vanno dall'Human Technopole, all'assunzione di nuovo personale sanitario, fino alle procedure per le gare d'acquisto di farmaci e alle misure per il sociale. Nella relazione approvata si fa presente alla commissione Bilancio l'opportunità di introdurre un meccanismo che consenta l'eventuale trasferimento di risorse tra i due Fondi, previsti dai commi 4 e 5 dell'articolo 59, rispettivamente per l'acquisto dei medicinali innovativi e dei medicinali oncologici innovativi, qualora l'importo stanziato per ciascun Fondo non venga interamente utilizzato per l'acquisto dell'una o dell'altra tipologia di medicinale. Ma non è tutto. Viene poi evidenziato che gli stanziamenti stabiliti in relazione ai processi di assunzione e di stabilizzazione del personale del Servizio sanitario nazionale (ex articolo 59, comma 13) potrebbero essere scarsi rispetto all'effettivo fabbisogno della rete ospedaliera, oggettivamente accresciuto dall'obbligo di assicurare il rispetto delle normative europee in materia di articolazione dell'orario di lavoro. Ma viene toccato anche un altro tema: l'incremento delle risorse volte ad indennizzare i soggetti danneggiati da trasfusioni con sangue infetto o da vaccinazioni obbligatorie, nonché le risorse del Fondo per gli interventi del servizio civile nazionale e del Fondo per le non autosufficienze. Intanto, però, Regioni e Comuni sospendono il parere alla legge di Bilancio. Lo riferisce il presidente dell'Anci, Antonio Decaro, al termine della conferenza unificata. Sia i governatori che i sindaci hanno richiesto, infatti, una serie di modifiche presentando un pacchetto di emendamenti che sono stati oggetto anche di incontri tra i sindaci e i gruppi parlamentari. Ma il presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini, cerca di rasserenare gli animi e conferma che «continua il confronto tecnico e politico con il governo. Ci sono delle proposte sul tavolo, sono fiducioso che la prossima settimana si possa arrivare a soluzioni positive».

Rossella Gemma
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Schramm - La farmacia online
vai al download >>

SUL BANCO