Sanità

mag272020

Mascherine, in farmacie di Novara consegnate con tessera sanitaria

Mascherine, in farmacie di Novara consegnate con tessera sanitaria

Tramite scansione della tessera sanitaria, che registra l'avvenuta consegna, i cittadini residenti nel Comune di Novara possono ritirare nelle farmacie le mascherine fornite dalla regione Piemonte

Tramite scansione della tessera sanitaria, che registra l'avvenuta consegna, i cittadini residenti nel Comune di Novara possono ritirare nelle farmacie le mascherine fornite dalla Regione Piemonte per tutti i componenti della propria famiglia. È quanto consente di fare il sistema predisposto da Comune di Novara con Csi Piemonte, un'iniziativa promossa in accordo con l'Ordine provinciale dei Farmacisti, che partirà venerdì 29 maggio.

Mascherine consegnate in numero consono al nucleo familiare

Le mascherine sono in fase di distribuzione alle farmacie della città le quali, attraverso un applicativo realizzato da Csi-Piemonte ed utile per la scansione della tessera sanitaria (collegata all'anagrafe della popolazione residente) provvederanno alla consegna delle stesse ai cittadini. Il titolare della tessera la presenterà al farmacista per la scansione e potrà ottenere un numero di mascherine sanitarie pari ai componenti del suo nucleo familiare (fino ad esaurimento). A consegna effettuata, il cittadino non potrà, per il periodo stabilito, rivolgersi ad un'altra farmacia per ottenere nello stesso tempo altre mascherine per lo stesso nucleo familiare.

Sistema sarà utile per distribuire eventuali altri Dpi

«La consegna delle mascherine - spiega il sindaco di Novara Alessandro Canelli - avverrà tramite un sistema di comparazione con i dati della nostra Anagrafe, consentendo, alle famiglie residenti in città, di avere tante mascherine quanti sono i componenti del nucleo stesso. La stessa procedura, possibile grazie a Csi Piemonte, ci consentirà, anche in futuro, di distribuire eventuali altri dispositivi di protezione. Ringrazio a nome dell'amministrazione sia il Csi Piemonte sia l'Ordine dei Farmacisti della provincia di Novara e le farmacie per aver aderito a questa iniziativa a favore dei Novaresi».
«Ancora una volta le tecnologie digitali - spiega il direttore generale del Comune di Novara Roberto Moriondo - si sono dimostrate uno strumento utile per semplificare la vita dei cittadini e creare una rete, in questo caso tra Comune e farmacie della città, garantendo servizi in modalità semplice e in tempi ragionevoli».
«La richiesta di collaborazione che ci è stata sottoposta dal Comune di Novara - aggiunge il presidente dell'Ordine dei farmacisti, Cesare Lapidari - è stata valutata subito positivamente. La nostra categoria si mette volentieri a disposizione in un momento di bisogno e necessità per agevolare la distribuzione dei dispositivi in modo snello e immediato».
«I farmacisti hanno subito aderito alla richiesta del Comune di Novara che siano le farmacie di comunità a provvedere alla distribuzione, gratuita, delle mascherine chirurgiche destinate alla popolazione - dice Andrea Mandelli, presidente della Federazione degli Ordini dei farmacisti italiani -. È un gesto in piena coerenza con l'impegno che fin dall'inizio della pandemia i farmacisti hanno riversato nell'assistenza ai cittadini e nella collaborazione con le strutture sanitarie e le amministrazioni».
«Abbiamo realizzato in tempi record una soluzione tecnologica - sottolinea il direttore generale del Csi, Pietro Pacini - che traccia e gestisce in modo semplice e automatico la consegna delle mascherine. Un servizio molto importante a favore dei cittadini, che rappresenta un valido esempio di come la tecnologia possa fornire risposte veloci a bisogni concreti. Soprattutto in momenti di emergenza in cui la rapidità e l'efficienza sono tutto».
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO