farmaci

ott302012

Menarini, accordo da 800 milioni per cinque antitumorali

Ottocento milioni di euro per lo sviluppo e la commercializzazione di cinque farmaci, ciascuno dei quali si indirizzerà a diverse tipologie tumorali con un meccanismo innovativo. Questo l’investimento del contratto di ricerca siglato tra Menarini e Oxford Bio Therapeutics,

Ottocento milioni di euro per lo sviluppo e la commercializzazione di cinque farmaci, ciascuno dei quali si indirizzerà a diverse tipologie tumorali con un meccanismo innovativo. Questo l’investimento previsto dal contratto di ricerca e sviluppo siglato tra Menarini e Oxford Bio Therapeutics, società internazionale leader nel settore delle biotecnologie.
«Si tratta di un progetto ambizioso e a lungo termine, che conferma la nostra filosofia: investire sul futuro e credere che sia ancora possibile, in Italia, fare ricerca di altissimo livello» spiega Lucia Aleotti, vicepresidente di Menarini. «La ricerca per un nuovo farmaco è ad alto rischio di fallimento e dura mediamente 10-12 anni. Noi non vedremo i risultati di questo progetto prima del 2022, sempre che tutto vada bene».
«Le leggi varate finora nel farmaceutico penalizzano le imprese che fanno innovazione a beneficio di chi fa imitazione» continua Aleotti. «Abbiamo bisogno che questo trend si inverta per poter continuare a sostenere investimenti di questo livello, per il bene dei pazienti e lo sviluppo del Paese».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO