Sanità

nov212013

Mercato farmaci globale in frenata, ma in Italia 2013 positivo

farmaci_5

Come sta evolvendo il mercato farmaceutico globale? Uno studio effettuato da Ims Health individua un generale rallentamento della crescita e uno spostamento sempre più marcato verso i Paesi emergenti, in particolar modo la Cina. Il rapporto stima una crescita complessiva tra il 3% e il 6% nei prossimi quattro anni, che porterà il mercato a un valore di 1.200 miliardi nel 2017. In quest’ambito gli Stati Uniti, dopo una contrazione dell’1,2% nel 2013, vedranno una lenta ripresa, la cui entità sarà condizionata dalla riforma sanitaria voluta da Obama: se avrà successo, 30 milioni di americani in più avranno un’assicurazione sanitaria e la spesa farmaceutica potrebbe salire fino a 420-460 miliardi di dollari. Ma saranno i mercati emergenti a fare la parte del leone, raggiungendo una quota del 48% contro il 31% degli Stati Uniti. Il maggior ricorso ai farmaci generici e le politiche di riduzione della spesa attuate in Europa saranno due fattori fondamentali nel caratterizzare il mercato del futuro. E nel nostro Paese? Sergio Liberatore, General manager di Ims Health – Italia spiega che «il mercato farmaceutico chiuderà il 2013 con un trend positivo (+ 2,4% sul cumulato gennaio-settembre) trainato dall’andamento del comparto specialistico e ospedaliero mentre il canale farmacia è flat. Questi andamenti si riferiscono ai farmaci registrati. In farmacia l’evoluzione ha caratteri più positivi se si considera in generale il comparto “salute” grazie all’evoluzione di altri prodotti healthcare come gli integratori». Ma cosa ci possiamo aspettare nel breve-medio termine? «Il mercato farmaceutico propriamente detto – risponde Liberatore - in Italia, come nei paesi europei “maturi”, sarà rallentato dagli effetti della crisi economica e dal conseguente contenimento dei costi da parte delle pubbliche amministrazioni. Ci aspettiamo una evoluzione attorno all’1,5-1,9% (Cagr) per i prossimi cinque anni. Su questo dato di top line vanno considerati gli effetti dei possibili ripiani degli sforamenti dei budget per la spesa farmaceutica richiesti alle aziende».

Renato Torlaschi


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi