farmaci

gen312013

Mit: nuove tecnologie per far passare i farmaci dalla pelle

Nuove vie di somministrazione sono allo studio al Mit (Massachusetts institute of technology) di Boston per ottimizzare la somministrazione dei farmaci e migliorare così la compliance dei pazienti. L’adesione alle terapie, soprattutto quelle per le malattie croniche, si aggira infatti intorno al 50%, talora anche per semplici dimenticanze. Ecco allora che la tecnologia può venire in aiuto. Si è da poco concluso il primo test sull’uomo di un micro-chip sottopelle che rilascia un farmaco a dosi e intervalli prefissati. L’esperimento ha riguardato 7 donne con osteoporosi: il chip, delle dimensioni di un pacemaker (5cm x 3 cm), è stato impiantato sotto la linea dell’ombelico ed è stato in grado di rilasciare correttamente 19 dosi quotidiane di un medicinale per l’osteoporosi, che normalmente si somministra per iniezione. Il dispositivo si può controllare e riprogrammare in wireless: se supererà i prossimi 4 anni di sviluppo, potrebbe sostituire la via iniettiva interapie di lunga durata, come quelle per la cura dell’artrite reumatoide o della sclerosi multipla. In fase più iniziale, invece, ma ugualmente interessante l’impiego degli ultrasuoni come “propellente” per spingere i farmaci attraverso la cute in maniera non invasiva. Studiando la capacità degli ultrasuoni di aumentare la permeabilità cutanea provocando una leggera erosione dello strato superficiale della pelle, i ricercatori hanno scoperto che questo effetto si può potenziare. Utilizzando due fasci distinti di ultrasuoni, uno ad alta e l’altro a bassa frequenza, consente di incrementare la permeabilità molto più rapidamente che con una singola applicazione, mantenendo circoscritta l’area interessata. Un corretto mix di onde e principio attivo dovrebbe spingere quest’ultimo oltre la barriera cutanea fino al circolo sistemico. Secondo i ricercatori questo sistema potrebbe funzionare come via alternativa per la somministrazione dei farmaci, sia quelli per uso topico che quelli sistemici, e anche per grandi molecole come l’insulina.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO