Sanità

nov82014

Mnlf, negare Cup a parafarmacie è illegittimo e lede alla concorrenza

Mnlf, negare Cup a parafarmacie è illegittimo e lede alla concorrenza

Le Regioni e le Asl che hanno attivato il servizio di prenotazione di esami e visite specialistiche (Cup) dovrebbero estendere il servizio alle parafarmacie che ne faranno richiesta, negarlo è illegittimo e lede i principi a tutela della concorrenza. A ricordarlo sono il Movimento Nazionale Liberi Farmacisti invitano e la Confederazione Unitaria delle Libere Parafarmacie Italiane, citando un recente parere dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato (AS 1141) che nelle motivazioni afferma come «la decisione di accordare tale facoltà unicamente alle farmacie rappresenta un comportamento idoneo a conferire a queste ultime un ingiustificato vantaggio concorrenziale nei confronti in particolare delle parafarmacie, con le quali si trovano in un rapporto di concorrenza diretta nella distribuzione di determinate categorie di prodotti». Secondo le due sigle, «dovrebbe essere nell'interesse di regioni ed Aziende Sanitarie Locali aumentare le opportunità per in cittadini affinché usufruiscano di questo servizio che fa risparmiare loro tempo e risorse ai bilanci». Ritardo o diniego alle richieste delle parafarmacie sono, «del tutto ingiustificato e non motivato se non da "infiltrazioni" corporative tendenti a limitare il servizio ad un unico canale alternativo». L'invito è rivolto anche ai titolari di parafarmacie «a richiedere agli organi regionali competenti di poter aderire all'offerta di questo servizio».

Simona Zazzetta



discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Frongia - Casettari -Il galenista e il laboratorio
vai al download >>

SUL BANCO