Sanità

giu72013

Molise: il 20 giugno saracinesche abbassate

farmacia in sciopero

Il prossimo 20 giugno i farmacisti del Molise abbasseranno le saracinesche per protestare contro la scelta della Regione di avere un unico distributore per la fornitura dell’ossigeno terapeutico. Con la serrata promossa da Federfarma Molise l’intenzione è di inasprire lo stato di agitazione allo scopo di sostenere concretamente le istanze delle farmacie aderenti. La Federazione fa sapere che, «garantirà l’apertura delle farmacie di turno seguendo e pubblicizzando l’elenco stilato dall’ordine dei farmacisti». Ma i farmacisti non intendono fermarsi alla serrata, e qualora non ci fosse risposta, fanno sapere che «inaspriranno l’azione sindacale con il passaggio all’assistenza indiretta, rispettando i tempi della commissione di garanzia, per un periodo massimo di 35 giorni in cui purtroppo i cittadini saranno obbligati al pagamento dei farmaci prescritti in regime di sistema sanitario nazionale ad esclusione dei farmaci salvavita, tra i quali l’ossigeno di cui si trasmetterà opportuno elenco, per poi essere rimborsati dalla Asrem in base agli scontrini che il farmacista allegherà alle ricette. L’astensione rispetterà tutte le norme procedurali dettate dalla commissione di garanzia». Secondo la delibera del sub commissario della sanità, le bombole per le terapie domiciliari potranno essere ordinate senza costi solo alla ditta vincitrice dell’appalto. L’acquisto in una farmacia sarà a carico del privato, perché il servizio sanitario regionale non rimborserà la spesa, come avvenuto fino a oggi.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO