Sanità

gen102019

Morto l'immunologo Fernando Aiuti. Fofi: grazie a lui Hiv non più condanna inappellabile

Morto l’immunologo Fernando Aiuti. Fofi: grazie a lui Hiv non più condanna inappellabile
Fernando Aiuti, immunologo dell'Università di Roma, La Sapienza è morto. Era ricoverato al Policlinico Gemelli. Aiuti, specialista di fama mondiale, 83 anni è stato il fondatore dell'Anlaids (Associazione Nazionale per la lotta contro l'Aids). Nel 1991 fece il giro del mondo la foto di Aiuti che, durante un congresso in cui si discuteva delle cause di contagio dell'Aids, baciò sulla bocca una donna sieropositiva per dimostrare che il virus non poteva essere trasmesso attraverso la via orale.Nel 2008 venne eletto come capolista del Pdl in Campidoglio. La morte "è sopravvenuta per le complicanze immediate di un trauma da caduta dalla rampa delle scale adiacente il reparto di degenza" rende noto lo stesso Policlinico. Sulla vicenda sembra sia stata aperta un'inchiesta della procura della Repubblica che punta ad accertare se si sia trattato di morte naturale.
«La scienza oggi piange un grande uomo: la scomparsa dell'immunologo Fernando Aiuti, punto di riferimento mondiale per la lotta all'Aids, mi rattrista molto. Sono certa che il suo grande impegno vivrà attraverso il lavoro di @Anlaids». Così il ministro della Salute, Giulia Grillo, commenta su twitter la scomparsa del celebre medico oggi a Roma, postando anche una foto del bacio che Aiuti si scambiò con Rosaria Iardino con l'obiettivo di combattere lo stigma delle persone sieropositive.
Anche la categoria lo ricorda attraverso le parole del presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Andrea Mandelli: «Un esempio prezioso per chi ha a cuore la tutela della salute. Se oggi l'infezione da HIV non è più una condanna inappellabile lo si deve anche a Fernando Aiuti e alla sua instancabile attività di medico e ricercatore. E allo stesso modo è grazie alle sue capacità di comunicatore della scienza e alla sua umanità se si è potuto ridurre significativamente lo stigma che agli esordi caratterizzava questa malattia. La sua scomparsa lascia un vuoto nel panorama scientifico italiano, ma anche un esempio prezioso per tutti coloro che operano per la tutela della salute».
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Schramm - La farmacia online
vai al download >>

SUL BANCO