farmaci

apr112013

Nausee in gravidanza, finalmente un farmaco ad hoc

La Food and drug administration, agenzia regolatoria statunitense, ha autorizzato l’immissione in commercio di un medicinale a base di doxilamina succinato e vitamina B6 (Diclegis dall'azienda canadese Duchesnay), in compresse a rilascio ritardato, per le nausee gravidiche. La combinazione di antistaminico e piridossina si può assumere da 2 a 4 volte al giorno, è sicura ed efficace come dimostrato dai test effettuati per due settimane su 261 donne, tra la settima e la 14esima settimana di gravidanza, nelle quali ha ridotto i sintomi senza danneggiare il nascituro. «La sonnolenza è l'effetto collaterale più riportato - spiega un comunicato - e le donne che prendono il farmaco dovrebbero evitare le attività che richiedono piena lucidità, come guidare». Il farmaco in realtà non è nuovo, era già stato approvato nel 1956 con un altro nome (Bendectin) poi ritirato dal mercato nel 1983 a seguito di diverse segnalazioni di danni ai bambini. Le indagini avevano poi rivelato che le accuse erano infondate, il numero di malformazioni nei bimbi le cui mamme avevano usato il farmaco era lo stesso delle mamme che non avevano assunto nessuna medicina, ma l'azienda produttrice decise comunque di non proseguire l'azione legale, chiedendo la riammissione in commercio, giudicandola troppo onerosa.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Ansel - Principi di calcolo farmaceutico
vai al download >>

SUL BANCO