Sanità

giu72018

Nota 65, con modifiche Aifa convenzionata possibile per farmaci in elenco

Nota 65, con modifiche Aifa convenzionata possibile per farmaci in elenco
Con la Determina del 2 marzo 2018, con cui l'Aifa ha operato due modifiche al testo della nota 65 eliminando la riserva di dispensazione a favore delle strutture pubbliche e applicando a tutte le specialità medicinali inserite in nota, le condizioni e le modalità di impiego della Determinazione 29 ottobre 2004-Pht, si conferma la possibilità per le farmacie di distribuire in Dpc e diventa teoricamente possibile, con l'assenso delle Regioni interessate, la possibilità di distribuzione in regime di assistenza convenzionata. I farmaci con nota 65 interessati dalla modifica sono glatiramer acetato, interferone bet-1a interferone beta-1b, teriflunomide, dimetilfumarato e peginterferone beta-1b.

A informare sulle novità introdotte dalla Determina Aifa recante: "Aggiornamento della Nota 65 di cui alla determinazione 4 gennaio 2007: "Note Aifa 2006-2007 per l'uso appropriato dei farmaci" e contestuale modifica, per le specialità medicinali inserite in Note, delle condizioni e modalità di impiego di cui all'allegato 2 e successive modifiche, alla determinazione 29 ottobre 2004 - PHT Prontuario della distribuzione diretta" è una circolare di Federfarma. Il sindacato dei titolari ricorda anche di essere più volte intervenuto presso l'Aifa "per segnalare l'anomalia di tale nota in quanto, pur riferendosi a farmaci di classe A, ne impediva la dispensazione in regime convenzionato da parte delle farmacie stante il tenore letterale della precedente formulazione che prevedeva prescrizione e dispensazione riservata ai centri specializzati".

Ora, spiega Federfarma, "con l'abolizione della riserva distributiva a favore delle strutture pubbliche e l'inserimento dei farmaci con nota 65 nel Pht, si conferma quanto già indicato da Federfarma in ordine alla possibilità per le farmacie di distribuire in DPC tali specialità medicinali. Si rileva, inoltre, che con la determina in oggetto diventa teoricamente possibile, con l'assenso delle Regioni interessate, anche la possibilità di distribuzione in regime di assistenza convenzionata". Il sindacato ha ritenuto opportuno, dopo una verifica con Banca Dati Federfarma, trasmettere l'elenco aggiornato dei farmaci con tale nota, "allo scopo di agevolare gli opportuni adeguamenti agli accordi regionali di Dpc che le Unioni Regionali potranno richiedere ai rispettivi Assessorati".
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO