farmaci

set232011

Nuova terapia anti-Hcv approvata in Europa: migliora aderenza

La Commissione Europea ha approvato telaprevir, antivirale ad azione diretta inibitore della proteasi, per il trattamento dei pazienti adulti affetti da epatite C cronica di genotipo 1, in combinazione con interferone alfa pegilato e ribavirin

La Commissione Europea ha approvato telaprevir, antivirale ad azione diretta (Daa), inibitore della proteasi, per il trattamento dei pazienti adulti affetti da epatite C cronica di genotipo 1, in combinazione con interferone alfa pegilato e ribavirin. Lo ha annunciato Tibotec Virco-Virology Bvba, una delle aziende farmaceutiche di Janssen, in una nota che nella nuova classe di farmaci, questo farmaco rappresenta la novità più recente. L’approvazione si basa sui risultati di tre studi clinici di Fase III in cui sono stati trattati 2.290 pazienti: che hanno analizzato efficacia e sicurezza della combinazione, rispetto alla terapia standard (interferone pegilato alfa e ribavirina). Il regime terapeutico, spiega la nota, ha dimostrato di incrementare la percentuale di guarigione dall’infezione da Hcv cronica di genotipo 1, rispetto alla terapia standard nei pazienti naive al trattamento (79% vs 46%), e nei pazienti recidivanti (84% vs 22%). C’è stato, inoltre, un significativo incremento della percentuale di guarigione nei pazienti con risposta parziale e non responsivi a trattamenti standard precedenti, cioè i gruppi di pazienti tipicamente più difficili da curare (rispettivamente del 61% vs 15% e del 31% vs 5%). «Prima dell’introduzione degli inibitori della proteasi la terapia per l’epatite C richiedeva tempi lunghi ed era efficace in meno della metà dei pazienti affetti da questa patologia» afferma Graham Foster, del Queen Mary’s University Hospital di Londra, che aggiunge: «Per molti pazienti il regime terapeutico a base di telaprevir comporta una minore durata del trattamento e contemporaneamente implica un incremento nella percentuale di guarigione rispetto alla terapia standard. Si tratta di un importante passo avanti, che si ripercuote positivamente sul paziente che, di conseguenza, è più motivato ad aderire alla terapia».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Ascioti Maria T., Penazzi E. - Reparto dermocosmetico. Guida all'estetica in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO