Sanità

dic152016

Nuovi Lea, d'Ambrosio Lettieri e Mandelli: bene, ma servono integrazioni. Ecco la proposta

Nuovi Lea, d’Ambrosio Lettieri e Mandelli: bene, ma servono integrazioni. Ecco la proposta
Apprezzabile lo schema di decreto dei nuovi Lea, risponde alla richiesta di adeguamento del sistema sanitario ai mutati bisogni della collettività, ma meriterebbe degli interventi integrativi, dalle gare allo sblocco del turn over alla riabilitazione oncologica, solo per citarne alcuni, oltre che risorse adeguate, per poter essere compiutamente applicato. Questo il messaggio lanciato dal senatore Luigi d'Ambrosio Lettieri (CoR) in 12ma Commissione Sanità del Senato, in sede di discussione del parere al decreto sui nuovi Lea e dove ha presentato con altri senatori, tra cui Andrea Mandelli, una proposta di parere alternativa a quello del relatore.

Questi i punti principali della proposta: prevedere un processo di aggiornamento continuo dei Lea che tenga conto delle continue innovazioni in ambito tecnologico, organizzativo e gestionale; integrare lo schema di decreto con gli allegati all'intesa intervenuta tra Stato, Regioni e Province autonome, così da garantirne adeguata evidenziazione e rilievo giuridico all'interno dello stesso decreto del Presidente del Consiglio; estendere la partecipazione alla Commissione Nazionale per l'aggiornamento dei Lea anche ai rappresentanti di associazioni di cittadini e pazienti; prevedere un aumento, ripartito attraverso una rivalutazione dei parametri di attribuzione, del finanziamento del Ssn, tale da essere adeguato e coerente con le finalità istitutive e scongiurare un aumento dei ticket; accesso alle cure odontoiatriche e ortodontiche nei centri odontoiatrici con particolare riferimento ai minori; approntare un sistema di prestazioni ad hoc per le persone incontinenti, con catetere, stomizzate, diabetiche e audiolese, in cui le modalità di acquisizione dei dispositivi medici erogati e consumati sul territorio tramite gara (dispositivi per incontinenza, audioprotesi, cateteri, sacche per stomia, sistemi di automonitoraggio del diabete) siano modificate al fine di garantire le erogazioni a mezzo di tariffe rinegoziate, purché in linea con le esigenze di risparmio e di trasparenza del mercato; prevedere, al fine di garantire l'applicabilità dei livelli essenziali di assistenza, una deroga al blocco del turn over in quelle regioni che, pur in presenza di un piano di rientro, risultino particolarmente carenti in materia di erogazione dei servizi sanitari; modificare il sistema di verifica dei comportamenti prescrittivi dei medici con riferimento alla cancellazione della riduzione del trattamento accessorio dei medici prescrittori nel caso in cui questi stessi si discostino dalle indicazioni; prevedere che il percorso diagnostico terapeutico riabilitativo, particolarmente nella persona malata di tumore, sia integrato con le altre aree di assistenza secondo una logica che privilegi l'individuo; inserire nel nomenclatore le prestazioni specialistiche di "diabetologia".

Prevedere, infine, nei Lea, l'indicazione specifica degli esami in esenzione da prescrivere per la diagnosi e il monitoraggio della celiachia e il servizio professionale di monitoraggio e gestione della terapia farmacologica reso dal farmacista nelle farmacie territoriali e finalizzato ad assicurare l'aderenza del paziente alle prescrizioni mediche.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO