Sanità

apr232015

Nuovo round Governo-Regioni su intesa. Richieste da amministrazioni in esame

Nuovo round Governo-Regioni su intesa. Richieste da amministrazioni in esame
L'incontro tra Governo e Regioni per l'intesa sui tagli legati alla legge di stabilità è fissato per oggi e viene da chiedersi se questa volta si arriverà fino in fondo. Anche perché nell'ultimo incontro del 15 le Regioni avevano consegnato al Governo due documenti con alcuni emendamenti all'intesa e il Governo si era, appunto, riservato di valutarne il contenuto. Richieste che nel corso della settimana hanno però sollevato proteste e perplessità da molti fronti. E tra gli emendamenti «irrinunciabili» che le regioni hanno avanzato al Governo, come si legge nel documento a loro firma, c'è la previsione in maniera chiara del «Project financing in aggiunta alle forme di partnership pubblico privato», l'«introduzione anche graduale del pay back per i dispositivi medici già a decorrere dall'anno 2015», «rimandando ad un apposito Tavolo misto le modalità per la determinazione dei singoli tetti di spesa da individuare sulla base dell'attività», l'inserimento della «rinegoziazione di acquisti di prestazioni da privato accreditato rivedendo tetti e tariffe», ridurre «l'inappropriatezza di ricoveri ospedalieri, dell'assistenza specialistica ambulatoriale e dell'assistenza extra ospedaliera, riducendo i volumi dei tetti di attività del pubblico e del privato accreditato», prevedendo «che entrambi i decreti ministeriali siano adottati entro 30 giorni dall'entrata in vigore dell'atto normativo che attua l'Intesa». Ma le proposte che più hanno destato scalpore sono la «previsione di misure più stringenti per porre rimedio al danno causato da prescrizioni non appropriate, stabilendo che la responsabilità del prescrittore è patrimoniale, in analogia a quanto già previsto dall'art. 1 comma 4 del DL 20 giugno 1996 n. 323, convertito in legge 8 agosto 1996 n. 425 per quanto concerne il farmaco indebitamente prescritto, non intervenendo sul trattamento economico accessorio». Inoltre, scrivono le Regioni, «non si condivide la modalità con cui il Governo intende procedere alla richiesta delle Regioni e Pp.Aa. di rivedere il Prontuario farmaceutico nazionale perché quanto previsto scarica i risparmi ipotizzati sui cittadini che dovranno aggiungere di tasca propria la differenza di prezzo tra il farmaco meno costoso e il farmaco più costoso, come segue». Per questo propongono di «fissare il livello di rimborso (cut-off) nell'ambito di ogni raggruppamento. Il livello di rimborso a carico Ssn è fissato al prezzo della specialità medicinale, la cui quota di mercato in Ddd, sommata alle altre specialità di prezzo uguale o inferiore, raggiunga almeno il 60%. Le aziende farmaceutiche che non abbassano il prezzo al livello di cut off individuato, vedono riclassificati i propri prodotti in fascia C». Nemmeno «si condivide la posizione del Ministero della Salute - emersa nel corso degli incontri tecnico-politici che ci sono stati nell'ultimo mese - di non inserire nel tetto della spesa farmaceutica i costi che verranno sostenuti per i farmaci innovativi che, non essendo previsto il meccanismo di pay back, sarebbero tutti a carico delle Regioni». Ricordata «infine la necessità di modificare l'attuale normativa sui criteri di riparto dello sfondamento della spesa farmaceutica». Altre richieste sono state quella «di rivedere il Patto per la Salute 2014-2016 alla luce delle disposizioni previste dalla Legge di Stabilità 2015 che prevedono la riduzione delle risorse, anche al fine di consentire l'erogazione dei Lea», «alcuni impegni per il Governo relativi alla necessità di convocare in tempi brevi, come da ripetute richieste della Conferenza, il Tavolo misto con Aifa sui farmaci innovativi di cui all'art.1, comma 593, della legge n. 190/2014; aprire il confronto sul provvedimento "omnibus" in sanità, a partire dalla Riforma delle Agenzie, Agenas ed Aifa, dell'Istituto Superiore di Sanità e della governance del sistema; verificare l'applicabilità del Regolamento sull'assistenza ospedaliera alla luce del nuovo contesto finanziario».

Francesca Giani

discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Sacchetti E., Clerici M. La depressione nell'anziano
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO