Sanità

giu222018

Nutraceutica, con nuova acquisizione Laborest Italia diventa il sesto polo italiano

Nutraceutica, con nuova acquisizione Laborest Italia diventa il sesto polo italiano
Con l'acquisizione del 100% delle quote di due aziende italiane, Progine Farmaceutici e Ar Fitofarm, Laborest Italia, consociata italiana del Gruppo farmaceutico spagnolo Uriach attiva nel campo della nutraceutica consolida e aumenta la sua quota di mercato in Italia con l'obiettivo di superare entro il 2019 la soglia di 50 milioni di euro in termini di fatturato e diventa uno dei primi sei operatori nel settore. Il nuovo asset aziendale e le strategie del gruppo è stato presentato in una conferenza stampa tenutasi a Milano, futura sede del gruppo.
Nel 2017 Laborest ha realizzato un fatturato pari a 32,3 milioni di euro (+16,6% rispetto al 2016), chiudendo il bilancio con un utile netto pari a 3 milioni (+25% sul 2016). In aumento anche i dati di Sell Out, sia a volume che a valore, pari rispettivamente a 2,2 milioni di confezioni (+5,5%) e a 45,2 milioni di euro (+7,7%). L'Ebitda si è attestato a 5,6 milioni di euro, raddoppiando rispetto alla fine del 2012.

Le due acquisizioni, finanziate interamente con capitale proprio, fanno parte del piano strategico 2018-2022 di Uriach finalizzato alla crescita del gruppo nei paesi in cui esso è già presente. Progine Farmaceutici è un'azienda farmaceutica toscana, leader nel mercato italiano della ginecologia con un fatturato di 4,8 milioni, dal 2002 sviluppa e commercializza soluzioni nutraceutiche e medical device specializzate in questo settore terapeutico, con una chiara vocazione per il benessere delle donne. AR Fitofarma, con sede a Milano e un fatturato di 7,1 milioni, dal 2000 è una delle aziende leader in Italia nell'ambito di soluzioni innovative per la pediatria. Le due società impiegano complessivamente uno staff di 110 persone, tra dipendenti e informatori medici. Roberto Cassanelli, già direttore generale di Laborest Italia, e ora alla guida delle due società acquisite, ha spiegato che «con l'integrazione di Progine Farmaceutici e AR Fitofarma, Laborest potrà fare leva sull'expertise delle due aziende nel campo della ginecologia e pediatria, aree già presidiate assieme a quelle della neurologia e ortopedia. L'obiettivo è quello di crescere più velocemente nel settore Medical attraverso la costituzione di un polo importante in un settore così frammentato come quello della nutraceutica, in grado di offrire opportunità di crescita a tutti i dipendenti, informatori medici e venditori che, complessivamente, arrivano a quota 320. Laborest Italia vuole proseguire il sentiero di crescita intrapreso negli ultimi sei anni, confermato anche nel 2017 grazie al lancio delle linee Consumer Health con brand Aquilea e Fisiocrem, puntando sulla ricerca, innovazione e qualità».
Secondo Oriol Segarra, amministratore delegato del Gruppo Uriach e di Laborest Italia, «i risultati ottenuti da Laborest negli ultimi anni sono una chiara prova di come l'investimento effettuato da Uriach alla fine del 2015 abbia prodotto risultati significativi in così poco tempo. Le acquisizioni di Progine Farmaceutici e AR Fitofarma testimoniano come l'Italia rappresenti per noi un mercato strategico e rappresentano una tappa fondamentale del processo di crescita internazionale del Gruppo Uriach, il cui 60% del fatturato, pari a 174 milioni di euro, è realizzato al di fuori della Spagna».(SZ)
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Garattini S., Bertelè V. Farmaci sicuri
vai al download >>

SUL BANCO