Sanità

set22008

Omega-3 proteggono dal ricovero

E’ sufficiente l’assunzione di una capsula di acidi grassi polinsaturi omega-3, per ridurre mortalità e ricoveri dei pazienti con insufficienza cardiaca. Sono questi i risultati di un lavoro pubblicato da Lancet e condotto da Luigi Tavazzi, del Centro di ricerca Anmco di Firenze, e Gianni Tognoni dell'Istituto Mario Negri di Milano. Nel trial, randomizzato e controllato, sono stati coinvolti 357 centri cardiologici italiani e circa 7000 pazienti con insufficienza cardiaca cronica divisi in due maxi-gruppi: il primo (3.494 persone) ha assunto una capsula al giorno di Omega-3, l'altro (3.481) un placebo. Nel corso dello studio sono deceduti 955 pazienti del gruppo trattato con Omega-3 (27%), contro 1.014 malati del secondo (29%), una riduzione del rischio pari al 9%. Inoltre, più pazienti del braccio placebo sono stati ricoverati o sono deceduti per cause cardiovascolari rispetto agli altri: in questo caso la riduzione del rischio è stata dell'8% nel gruppo in cura con le capsule di Omega-3. Il 3% dei pazienti di entrambi i gruppi, dicono gli studiosi, ha lamentato disordini gastrointestinali. "Il nostro studio - concludono i ricercatori italiani - mostra che la somministrazione a lungo termine di un grammo al giorno di Omega-3 si è rivelata efficace sia per ridurre la mortalità per tutte le cause di questi pazienti, sia per limitare i ricoveri in ospedale per problemi cardiovascolari".
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Garattini S., Bertelè V. Farmaci sicuri
vai al download >>

SUL BANCO