Sanità

mar112019

Omeopatia, a Firenze il Convegno Nazionale Siomi. Ecco il programma

Omeopatia, a Firenze il Convegno Nazionale Siomi. Ecco il programma
Si terrà nelle giornate dal 15 al 17 marzo l'ottavo Convegno nazionale triennale sull'omeopatia, "L'omeopatia cambia verso...l'approccio alle malattie croniche oltre l'evidenza", presso il Grand Hotel Baglioni di Firenze. A comunicarlo è la Società Italiana di Omeopatia e Medicina Integrata (Siomi), che celebra nel 2019 il ventennale della fondazione della società.
Alla trattazione dei principi scientifici alla base del trattamento omeopatico sarà dedicato il seminario di venerdì 15 marzo, dalle 14:30 alle 18:30, dal titolo "Advances in Homeopathy: a new scientific and social perspective". Come si legge nel comunicato di Siomi, "L'argomento più contestato è legato alla preparazione stessa dei farmaci omeopatici, dal momento che è incomprensibile come una sostanza diluita in un solvente un numero di volte tale da rendere improbabile l'esistenza in soluzione di una sua singola particella, possa avere proprietà curative al di là di un banale effetto placebo". Tuttavia, lo sviluppo tecnologico "ha permesso di ottenere dei dati che sono destinati a cambiare drasticamente la visione di questo metodo terapeutico, suggerendo che l'omeopatia non sia altro che una questione di chimica e che, pertanto, rientri a pieno titolo nella scienza convenzionale".
Primo relatore sarà Jayesh Bellare dell'Indian Institute of Technology Bombay, che mostrerà l'efficacia delle diluizioni sulla base di studi di diffrazione elettronica e microscopia elettronica a trasmissione. Le diluizioni presenterebbero infatti un "elevata concentrazione" di molecole di principio attivo, superiore a quanto aspettato. Una scoperta che "capovolge completamente la prospettiva", si legge nella nota, avvalorando le ricerche di Andrea Dei del Dipartimento di Chimica dell'Università di Firenze, conduttore del seminario, secondo il quale l'effetto omeopatico sarebbe legato all'ormesi. Sarà Edward Calabrese dell'University of Massachusetts at Amherst ad occuparsi di questo fenomeno. Seguirà l'intervento di Luca Poma dell'Università LUMSA-Roma.
Nelle giornate di sabato e domenica verrà trattato l'approccio omeopatico alle malattie croniche: Stefano Fais (Iss), Giulio Tarro (University Thomas More U.P.T.M.), Guido Giarelli (Università Magna Graecia) e Ernesto Burgio, oltre ai rappresentanti dell'omeopatia Francesco Macrì (Siomi), Gino Santini (Ismo), Francesco Negro (Fondazione Negro), Bruno Cipollone (Veterinario), Rosaria Ferreri (Centro di Pitigliano), Giuseppe Scaglione (Ginecologo) e Francesco Di Lorenzo (Agroomeopata), si alterneranno con interventi inerenti il loro settore di studio.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO