Sanità

ott112019

Omeopatia, indagine Doxa: occasione per rinnovare relazione col paziente

Omeopatia, indagine Doxa: occasione per rinnovare relazione col paziente

L'omeopatia è un'opportunità per costruire un rapporto rinnovato e più solido con il paziente un'occasione per creare un nuovo indirizzo alla farmacia


L'omeopatia come opportunità per costruire un rapporto rinnovato e più solido con il paziente; un'occasione per creare una più stretta e approfondita relazione con il cliente e per dare un nuovo indirizzo alla farmacia. È quanto emerso da una indagine presentata in occasione del convegno "Il valore della relazione con il paziente e il ruolo del medicinale omeopatico" svoltasi nel corso di FarmacistaPiù.
La ricerca ha tracciato un quadro della trasformazione della farmacia, evidenziando l'emergere di una nuova tipologia definita "farmacia di relazione".
Questo modello, verso il quale è orientato il 22% dei farmacisti, implica la costruzione di una relazione continua con il cliente-paziente, basata sulla consulenza e la capacità di consiglio.
«Tra i bisogni di queste farmacisti c'è l'esigenza di maggiore formazione sui farmaci ma anche su patologie, per essere pronti e competenti davanti a un paziente sempre più informato ed esigente, ma anche proporsi come titolare della cattedra nell'educazione del paziente» ha spiegato Gadi Schoenheit, vicepresidente di Doxapharma «ma anche di competenze relazionali per comprendere i bisogni dei pazienti e instaurare relazioni efficaci».
In questo contesto, è emerso come la competenza sul medicinale omeopatico potrebbe porsi alla base dello sviluppo della farmacia di relazione, perché l'omeopatia è, per definizione, una proposta favorevole alla costruzione di una relazione positiva paziente-farmacista oltre che paziente- medico. Infatti, nel percepito dei pazienti, dei medici e dei farmacisti, l'omeopatia è relazione, oltre a mettere al centro l'individuo, offrendo un modo diverso di considerare la malattia.
«I risultati della ricerca DoxaPharma coincidono perfettamente con l'interpretazione che diamo della nuova mission della professione» ha affermato Luigi D'Ambrosio Lettieri, vicepresidente di FOFI: «e di come l'omeopatia possa rappresentare un presupposto perché la professione di farmacista sia declinata in modo non solo corretto, ma anche cogliendola come opportunità per ri-costruire un rapporto nuovo e più solido con il paziente».


Le dimensioni del settore

Per quanto riguarda le dimensioni del settore «I numeri dimostrano quanto l'omeopatia interessi i pazienti: sono 9 milioni gli italiani che la utilizzano e 20.000 medici che prescrivono i medicinali omeopatici almeno una volta l'anno» ha evidenziato Roberto Tobia, segretario generale di Federfarma. «L'omeopatia non è da considerarsi medicina alternativa, ma medicina a tutti gli effetti; dovrebbe accedere alle Università per dare modo agli studenti di potersi formare su quelli che sono farmaci a tutti gli effetti».
La formazione anche in questo caso, svolge un ruolo centrale, a partire dalla formazione accademica, per la quale, «non serve un percorso di studi che inneggi all'omeopatia, ma visto che gli omeopatici sono farmaci, chi se ne occupa e chi li dispensa deve essere formato: dobbiamo aiutare i farmacisti ad avere gli strumenti di tecnica farmaceutica su questi medicinali» ha aggiunto D'Ambrosio Lettieri. Mentre la ricerca Doxapharma ha evidenziato una richiesta di modalità formative differenziate per il farmacista in farmacia, che vadano incontro alle esigenze temporali e organizzative e non rappresentino un ulteriore peso nella gestione delle attività.
«Abbiamo ascoltato oggi quanto i farmacisti sentano la necessità di acquisire competenze scientifiche e di relazione» ha concluso Silvia Nencioni, presidente e AD di Boiron Italia «E, per quanto ci riguarda, la relazione farmacista-paziente non può prescindere da un consiglio competente al banco, dal momento che gli omeopatici sono medicinali, riconosciuti tali dalla legge italiana da oltre vent'anni».

Chiara Romeo
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO