Sanità

set142011

Oms: necessario action plan anti-Tbc per l’Europa

L’Ufficio regionale per  l’Europa dell’Organizzazione mondiale della sanità ha annunciato il varo di un piano in 53 Paesi europei per far fronte all'aumento dei casi di tubercolosi resistenti ai farmaci (Mdr-Tb), resosi necessario in una situazione che l’Oms ha definita «allarmante». «Vogliamo garantire l'accesso universale alla prevenzione, diagnosi e trattamento, prevenire l'emergenza di ulteriori ceppi multiresistenti, e arrivare a diagnosticare almeno l’85% dei casi stimati e trattare con successo 75% di loro» ha dichiarato Ogtay Gozalov, medico e tra gli autori del piano. Rispetto ad altre regioni in tutto il mondo, l'Europa è stata particolarmente colpita dalla Tbc resistente ai farmaci fino a rappresentare il 18,4% del carico globale con 81.000 casi. Inoltre, sono europei i primi 15 paesi al mondo con la più alta percentuale di Mdr-Tb tra i nuovi casi diagnosticati e trattati precedentemente. Il piano di azione affronta l’urgente bisogno di farmaci più efficaci e vaccini, sottolineando che i nuovi farmaci in fase di sviluppo dovrebbero ridurre la durata del trattamento da circa 6 mesi a 4 mesi, ma è improbabile che possano avere un effetto significativo su Mdr-Tb regimi di trattamento. «In Italia ogni anno sono notificati al Ministero della salute circa 5 mila nuovi casi di tubercolosi ma il dato potrebbe essere sottostimato poiché non tutti vengono diagnosticati. Realisticamente, i casi potrebbero essere anche il doppio» ha sottolineato Ignazio Marino, presidente della Commissione d'inchiesta sul Servizio sanitario nazionale chiedendo al presidente della Commissione igiene e sanità del Senato Antonio Tommassini di calendarizzare la discussione del disegno di legge che ho depositato sul tema nel marzo scorso, e al ministro della Salute Ferruccio Fazio di appoggiarlo e supportarne l'approvazione. «Serve un fondo per i corsi di aggiornamento dei medici e per le campagne di prevenzione» ha aggiunto Marino «ma serve soprattutto un moderno sistema di monitoraggio e di comunicazione che faccia si che, una volta individuato un paziente con la Tbc, si verifichi anche l’esito della terapia e si notifichino i casi di resistenza ai farmaci alle autorità sanitarie regionali e nazionali».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Ascioti - Reparto dermocosmetico - Guida al cross-selling
vai al download >>

SUL BANCO