Sanità

apr232018

Ornella Barra (Wba): farmacie hanno specializzazione per gestire la filiera

Ornella Barra (Wba): farmacie hanno specializzazione per gestire la filiera
Le farmacie, grazie ai tanti nuovi servizi e al rapporto di fiducia con il paziente, possono diventare il punto di riferimento essenziale per le comunità e allo stesso tempo rappresentare la migliore rete di distribuzione dei farmaci sul territorio che supera quella di Amazon che non a caso ha abbandonato il progetto di vendita di farmaci agli ospedali negli Stati Uniti proprio per le complessità che richiede questa attività. Questo il messaggio lanciato da Ornella Barra co-chief operating officer di Walgreens Boots Alliance, in occasione della 18ma edizione del Premio di laurea Oreste Pessina, intitolata quest'anno "Protagonisti del futuro" svoltasi sabato Teatro Auditorium Manzoni in Bologna, organizzato in collaborazione con GSK ch. e Sandoz.

Durante la serata sono stati consegnati i riconoscimenti ai quattro finalisti tra coloro che avevano presentato una tesi sulla "Evoluzione della distribuzione del farmaco e dei prodotti della salute nell'attenzione all'innovazione, ai servizi e alle disposizioni normative che regolano l'attività" e si sono distinti per innovazione, ricerca e merito. Il Primo classificato e Vincitore del Premio Pessina 2018 è stato Piergiulio Maglietta dell'Università degli studi di Pisa con una tesi dal titolo "E-Commerce in farmacia, dall'esperienza al modello".  «Vogliamo riconoscere e premiare il merito - ha affermato Ornella Barra - Noi crediamo nella meritocrazia, fondamentale per creare valore nelle aziende, nella vita e nelle organizzazioni sociali». La Commissione esaminatrice che ha valutato gli elaborati è composta da Marco Cossolo, Presidente di Federfarma Nazionale, Andrea Mandelli, Presidente di FOFI, i Direttori delle Università di Genova, Pisa e Milano coinvolte nel Premio e Ornella Barra, Co-Chief Operating Officer di Walgreens Boots Alliance.

Durante il suo speech Barra è anche tornata sul ruolo delle farmacie in Italia sottolineando come rappresentino «da tempo una risorsa preziosa per il Servizio sanitario nazionale radicata sul territorio». E ha precisato: «Negli anni hanno sviluppato nuovi servizi, consolidato il rapporto di fiducia con il paziente e oggi rappresentano la rete distributiva migliore del mondo, grazie alla loro presenza capillare sul territorio. E una rete migliore persino di quella di Amazon». E con riferimento alle scelte del colosso dell'e-commerce, in particolare, sulla distribuzione del farmaco etico negli ospedali Usa ha sottolineato: «Il nostro è un mercato estremamente complesso e regolamentato, difficile anche per un'azienda grande e organizzata come Amazon. Nei giorni scorsi si è saputo che hanno deciso di abbandonare il progetto di vendita di farmaci agli ospedali negli Stati Uniti. Pare abbiano ritrovato più difficoltà del previsto a convincere le strutture a modificare le loro tradizionali procedure di acquisto, che coinvolgono numerosi intermediari. È evidente che solo chi possiede un'elevata specializzazione settoriale può far fronte alle complesse esigenze di tutti gli interlocutori lungo la filiera della salute: ospedali, farmacie, singoli cittadini. La farmacia quindi, forte della sua tradizione ed esperienza non ha nulla da temere di fronte ai cambiamenti demografici, economici e sociali della nostra epoca». (SZ)
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Garattini S., Bertelè V. Farmaci sicuri
vai al download >>

SUL BANCO