Sanità

set112017

Ossigeno, è allarme forniture nelle farmacie della provincia di Siracusa

Ossigeno, è allarme forniture nelle farmacie della provincia di Siracusa
È emergenza di ossigeno gassoso per terapie d'emergenza nelle farmacie della provincia di Siracusa. L'allarme arriva dal presidente provinciale di Federfarma, Salvatore Caruso, che ha inviato una comunicazione, nei giorni scorsi, all'Asl per segnalare in anticipo il rischio di disservizi nelle forniture ai pazienti. All'origine del problema, si legge nelle dichiarazioni di Caruso a Filodiretto, l'insufficienza delle bombole che circolano sul territorio: «Gli assistiti si tengono i cilindri in casa per svariati mesi» riassume «ed è sempre più faticoso recuperarli. Il risultato è che in farmacia arrivano sempre meno bombole e noi non riusciamo a soddisfare tutte le richieste». Per Caruso, le cause sono innanzitutto economiche: «La fornitura dell'ossigeno d'emergenza garantisce utili risicatissimi, se pure ci si deve affannare per recuperare le bombole si va in perdita. Capiamo, nessuno vuole lavorare e rimetterci, ma va trovata una soluzione». Concreta e in tempi brevi. «La legge dice che l'ossigeno è un medicinale» osserva «ma se poi le norme generano rigidità che mettono a rischio la stessa reperibilità del prodotto, vuol dire che c'è qualcosa da cambiare. Per esempio, basterebbe istituire una cauzione a carico del paziente, che gli verrà rimborsata quando restituirà la bombola. Sarebbe già un bel passo avanti». E' questa, in effetti, una delle proposte che Federfarma ha riproposto al Ministero nell'incontro di mercoledì scorso, in cui si è tornato a parlare di ossigeno.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Schramm - La farmacia online
vai al download >>

SUL BANCO