farmaci

nov262012

Pani (Aifa) a Ema favorire trial pediatrici per ridurre usi off label

C’è l’esigenza di promuovere «politiche di armonizzazione» tra i vari paesi europei per le procedure relative ai trial clinici, lo ha sottolineato il direttore generale dell'Aifa, Luca Pani, in occasione di un incontro informale del Comitato pediatrico dell'Agenzia europea per i farmaci (Ema) e del Comitato Ema sui farmaci orfani, promosso dall'Agenzia italiana del farmaco (Aifa), giovedì scorso a Roma. Pani  ha rilevato come l'obiettivo sia anche attuare una «maggiore integrazione delle competenze delle diverse agenzie regolatorie europee in materia» per avere a disposizione più farmaci a misura di bambino, ovvero sperimentati e tarati direttamente sui pazienti pediatrici. La regolamentazione europea ha fatto in questo senso dei progressi e prevede, appunto, che si possano effettuare trial clinici sui bambini, un grande passo avanti se si pensa che «solo fino a pochi anni fa» ha sottolineato Giuseppe Profiti presidente dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma «oltre il 90% dei farmaci pediatrici era utilizzato off-label» oggi invece questo dato è sceso al 60%. Continua Profiti «i nuovi farmaci hanno spesso difficoltà ad arrivare sul mercato per una serie di ragioni, dai costi alla complessità richiesta dalla ricerca clinica pediatrica, ma è fondamentale assicurare migliori e più appropriate terapie per i bambini attraverso lo sviluppo dei trial clinici pediatrici ed un approccio terapeutico innovativo per le malattie rare». E infatti «oggi» conclude «sono in corso numerosi trial clinici pediatrici per farmaci: 186 solo quelli in atto al Bambino Gesù».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO